Mi sto rovinando.

Utente
Utente
Cari Dottori,
Grazie innanzitutto per la vostra disponibilità e grazie a coloro che risponderanno a questo mio thread.
Mi chiamo Luca, sono un ragazzo di 17 anni che, a poco a poco, sta facendo della sua vita un cumulo di macerie. So perfettamente che un consulto online non può essere così proficuo o essere per voi così semplice da lenire come una seduta a quattr'occhi, però cerco di fare il possibile per farmi capire al meglio. E' da circa un anno che io non vivo più. Ho perso ogni qualsivoglia stimolo, non ho più voglia di fare nulla, la mia esistenza ruota intorno a quelle quattro cose indispensabili che compiono tutti ma per il resto c'è un buio totale. Non ho neanche più voglia di uscire con i miei amici, che mi vogliono un bene dell'anima e si chiedono che cosa mi stia succedendo. Il punto è che io in prima persona non sono in grado di fornirgli una spiegazione, perchè fondamentalmente non so che cosa mi tormenta, non riesco ancora a dargli un nome.
Ho una bassissima autostima di mé stesso, mi reputano un bel ragazzo ma io non mi vedo affatto tale. Ho tre o quattro chili in più del normale, ma la mia volontà molto intensa di dimagrire viene spazzata via come una foglia in preda ad un tornado a causa della fame nervosa che mi assale giorno e notte. Proprio così, ci sono momenti in cui ho questi attacchi di fame nervosa che mi inducono a mangiare di tutto pur non avendo uno stimolo effettivo. Questo mi rovina moralmente e fisicamente, e anzichè dimagrire temo in un quasi certo ingrassamento. Io non so più cosa fare per controllarmi e per limitare i miei disagi, è una situazione orrenda da cui non riesco ad uscire, o per lo meno non ho ancora trovato la via migliore.
Mi appello a voi, ora, alla ricerca di un possibile indirizzamento o un possibile aiuto. Grazie!

Cordialmente.
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,5k 491 45
Gentile ragazzo,

hai ragione: la situazione da te descritta merita una valutazione dello specialista di persona.
Puoi cominciare a chiedere al tuo medico di base indicazioni sui servizi della città.
A Niguarda c'è un ottimo centro per i disturbi alimentari, così come al S. Gerardo a Monza.

Parlane anche con i tuoi genitori e coinvolgili nella tua sofferenza.

Saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
Attivo dal 2009 al 2019
Psicologo
Caro Luca,
è importante che tu abbia deciso di scrivere e di riconoscere e manifestare queste tue difficoltà.
Altrettanto importante sarà fare un passetto in più e rivolgerti a degli esperti che possano accompagnarti in un percorso che possa aiutarti a recuperare energie, a rimettere insieme le "macerie" di cui parli e a ritrovare un tuo benessere.
Facci sapere.