Utente
Salve, io ho un problema che lentamente mi sta distruggendo.
Sono fidanzata da molti anni con un ragazzo che da diversi mesi a questa parte mi maltratta. Lui cerca ogni motivo futile per litigare e poi mi offende, mi denigra, mi fa sentire meno di niente e a volte mi ha anche malmenato. Ho provato a lasciarlo ma sono sempre tornata indietro, forse perchè lo amo, forse perchè è il primo e unico ragazzo con chi ho rapporti sessuali ( ed è l'ultimo con chi voglio averne). Sta di fatto che io lentamente mi sto deprimendo, non studio, non ho voglia di far niente, sono triste e demotivata. Inoltre mi sento terribilmente sola, mi sento inutile e stupida, soprattutto sento di non avere né la capacità nè abbastanza forza di volontà per migliorare questo stato di cose.
Cosa devo fare? Grazie delle risposte.

[#1]  
Dr.ssa Graziella Tornello

24% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
AVIGLIANA (TO)
ALPIGNANO (TO)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
lei stessa parla di amore insano e sicuramente lo è se in questa relazione lei viene maltrattata, denigrata, offesa...e anche malmenata.
Il fatto che lei ci chieda aiuto su questo sito è indice del fatto che ha voglia di cambiare le cose, che desidera smettere di subire. I suoi sentimenti nei confronti di questo ragazzo non sono in discussione. Al contrario, forse lei lo sta amando troppo, sopportando le umiliazioni nella speranza che un giorno cambi. Ma ricordi che lei non deve guadagnare il diritto di essere amata: non c'è nessuno che può permettersi di mancarle di rispetto.
Il consiglio che mi sento di darle è di rivolgersi ad uno psicologo
- per eplorare meglio i motivi che le impediscono di guardare avanti, verso un rapporto di coppia più soddisfacente per lei;
- per recuperare l'amore, il rispetto e la stima di se stessa (passo fondamentale per instaurare un rapporto di coppia equilibrato).

Cari auguri.


Dr.ssa Graziella Tornello
Psicologa - Psicoterapeuta individuale, di coppia, di famiglia.
www.psicoterapeutatornello.it

[#2]  
Attivo dal 2009 al 2016
Gentile uTENTE

Ci chiede cosa deve fare, si metta nei panni di una persona che la ascolta,secondo lei questo titolo non le dice niente:
Amore insano?

se questo è amore insano allora dovrebbe avere chiaro per opposti cosa significa l'amore sano,secondo lei qual'è a questo punto l'amore sano ovvero la relazione sana?

se poi preferisce essere calpestata denigrata picchiata e per questo chiede un aiuto allora la cosa è diversa!

personalmente rimango dell'idea che alcune persone non credono nelle proprie potenzialità e la paura di rimanere soli fa paura...cosi si finisce nel giro in cui è lei adesso,,,si fa usare come uno straccio ma va bene perchè sembra che lei non ha scelta,se non quella di farsi trattare cosi e spiegare il tutto con frasi del tipo: Lo amo cambierà ecc ecc.

Si cerchi un aiuto nella sua zona un terapeuta almeno questo è il primo passo,altrimenti...

Saluti

[#3] dopo  
Utente
Grazie sopratutto alla dottoressa Graziella.

Caro dottor Elton Kazanxhi francamente ritengo che il motivo della mia richiesta stia nel fatto di riuscire a comprendere che un rapporto SANO sia un rapporto in primis SERENO.
E' chiaro che non provo piacere ad essere maltrattata o malmenata ( credo di non essere arrivata al masochismo), ma è chiaro altresì che se non concepissi come "problematico" il mio modo di approcciare questa situazione non mi troverei qui adesso, ad esporle i miei problemi e il mio stato d'animo.
Io non ho mai detto che il mio fidanzato cambierà, non ho mai detto che io non ho scelta,e riguardo alla paura di rimanere SOLI...non ho mai detto che non sono in grado di trovare un "sostituto", un altro fidanzato.

Il mio problema è di non riuscire a uscire da una situazione che mi rende infelice. Per me, non è facile, non è semplice come è per tutti.
Lei ha scritto "Altrimenti..." Mi scusi ma altrimenti, cosa?

[#4]  
Attivo dal 2009 al 2016

Carissima

Quel mio altrimenti era per farla reagire alla situazione, (quell'altrimenti era per dirVi che se non si capiscono certe cose non c' nulla da fare)
Quando lei afferma che non riesco ad uscirne dovrebbe capire che uno dei motivi per cui lei non ne esce potrebbe essere la PAURA di rimanere soli (ho fatto solo delle ipotesi) qui possiamo fare solo ipotesi non consociamo la sua storia e questo spazio non è adatto a questo genere di consulenza specifiche!
Nessuno ha le verità, sono certo che lei sta cercando le sue di verità,il rapporto sano per una coppia è certamento il rispetto è la fiducia cosa che in questo momento a lei manca!

Sono sicuro che se si rivolgerà ad un collegha della zona,potrebbe aiutarvi a cpire cosa è che non le fa venire fuori da questa situazioni!

Con rispetto