Utente 377XXX
Buongiorno, io ho un problema che mi fa stare molto male.

In parole molto povere il mio problema è che non riesco a dormire con mio marito... Io ho dormito da sola per 26 anni e quando mi sono sposata (ormai sono 2 anni e mezzo) mi sono trovata a dividere il letto con un'altra persona.
Di solito io vado a letto presto, mentre lui viene più tardi. A volte capita che si addormenti sul divano e che venga a letto a notte fonda (le 2-le 3). IO a quell'ora dovrei essere in un sonno profondo e non sentire niente, invece come lui tocca il materasso io mi sveglio e non c'è più verso di dormire, nonostante la stanchezza, che vi assicuro essere tanta. Ha provato a venire a letto a tutte le ore della notte ma niente da fare. Se poi decide di venire a dormire con me, alla mia stessa ora, io non chiudo proprio occhio per tutta la notte.
Credo che ormai dopo 2 anni e mezzo sia un fattore psicologico...perchè da sola io non ho nessun problema a dormire.
Ho provato a prendere valeriana, melatonina, addirittura delle gocce che mi aveva prescritto la dottoressa, ma la situazione non cambia.
Ora la situazione è che io sono molto stanca e non riesco più a condurre una vita normale, l’assenza di sonno mi fa diventare nervosa e il mio matrimonio rischia di naufragare solo per questo problema.
Cosa posso fare a questo punto?

[#1]  
Dr.ssa Silvia Graziani

24% attività
0% attualità
12% socialità
FORLI' (FC)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
carissima signora,
la situazione fa più pensare ad una questione di coppia/emotiva più che di sonno. La domanda da porsi potrebbe essere: perchè faccio così fatica ad accettare mio marito nel letto? Teme l'intimità? Le cose non vanno come vorrebbe, ma fatica a dirselo? Titti questi interrogativi andrebbero affrontati con uno psicologo della sua zona o o con uno psicoterapeuta di coppia.
le faccio i miei più cari auguri: il fatto di riconiscere il problema e aver chiesto aiuto è già una bella partenza.
Dr.ssa Silvia Graziani
gsilvia77@libero.it

[#2]  
Dr. Massimo Lai

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCIA (FR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

concordo con la collega psicologa, il sonno sembra essere solo l'effetto di una causa che va ancora compresa, prima la troverà meglio sarà per il suo sonno e immagino per la sua vita di coppia.
Anch'io cercherei uno psicoterapeuta della coppia, o se non possibile, uno psicoterapeuta solo per lei.
Ma non escluderei l'assunzione, per un periodo di tempo limitato, di farmaci più forti di quelli provati finora perché se non dorme potrebbe risentirne a vario livello nelle relazioni con gli altri, nel lavoro etc... (e lei stessa dice che non riesce più a condurre una vita normale).

Ricapitolando: farmaci per il sonno e psicoterapia.

Cordiali saluti
Massimo Lai

Massimo Lai, MD

[#3]  
Dr.ssa Elisabetta Zuliani

16% attività
0% attualità
0% socialità
CITTADELLA (PD)

Rank MI+ 16
Iscritto dal 2008
***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.
Dr.ssa Elisabetta Zuliani
Psicologa,Psicoterapeuta,Consulente sessuologa