Utente cancellato
Salve, di recente mio padre si è sentito male ed è arrivata l'ambulanza a portarlo via, da quel momento in poi, io non riesco più ad entrare nella sua camera da letto: vedere il letto dove ha sofferto prima di essere portato via mi mette troppa angoscia, ogni volta che entro in quella stanza mi và il cuore in gola, provo timore e non vedo l'ora di fuggire da quella stanza. Proprio non riesco ad avvicinarmi ad essa.
Cosa posso fare per risolvere questo problema ?

[#1]  
Dr.ssa Laura Rinella

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Gentile Ragazzo,
prima di questo avvenimento che certamente l'ha turbata molto, era tutto a posto?

Poiché da un suo consulto richiesto in altra area recentemente, riferisce disagi che potrebbero essere di natura ansiosa presenti da tempo.Si è riferito al suo medico come suggerito?

Ci può dire qualcosa di più in merito?
Dr.ssa Laura Rinella
Psicologa Psicoterapeuta
www.psicologiabenessereonline.it

[#2]  
Dr.ssa Angela Pileci

56% attività
16% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

per quale ragione Suo papà è stato portato in ospedale dall'ambulanza?
Adesso come sta?
Quanto tempo fa è successo?
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#3] dopo  
285543

dal 2015
Grazie per la vostra tempestiva risposta, questa cosa è successa un giorno fà, è stato ricoverato perchè stava per moriree (lui aveva la digiunostomia perchè non riusciva ad ingoiare) e attualmente le sue condizioni non sono delle migliori, e questa cosa mi ha un pò sconvolto.

[#4]  
Dr.ssa Angela Pileci

56% attività
16% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile ragazzo,

è assolutamente normale essere sconvolti, spaventati e sotto shock se il papà sta male e attualmente le sue condizioni non sono buone.
Inoltre, se l'evento è accaduto solo ieri e soprattutto se il papà stava per morire, mi pare fisiologico che Lei sia in queste condizioni.

Se la vita di qualcuno vicino a noi viene minacciata da una malattia, sperimentiamo un sentimento di paura e d impotenza.

https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1210-trauma-psicologico-che-cosa-accade-nella-mente-di-chi-ha-subito-un-trauma.html

Ci faccia sapere nei prossimi giorni come si evolve la situazione.

Saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#5]  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
gentile Utente,
l'esperienza traumatica, correlata alla paura per le condizini di salute di suo padre, le impediscono di entrare nella stanza, per difendersi da quanto già speriementato.

Se in passato non ha sofferto di traumi psicologici e\o esperienze dolorose simili, la paura passerà da sola, si dia tempo, del resto ne è passato veramente così poco.

cari auguri, per suo padre.
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#6]  
Dr.ssa Laura Mirona

32% attività
0% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
TREMESTIERI ETNEO (CT)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Cara ragazza,

sta attraversando una fase normale di shock. La situazione improvvisa, l'ansia estrema, la paura, e tutto ciò che ne consegue, le hanno fatto concentrare l'attenzione sul luogo in cui tutto ciò si è susseguito in modo improvviso e incontrastato. Si conceda un pò di tempo per realizzare l'accaduto. Viva il presente, al domani si penserà dopo.

In bocca al lupo per tutto.
Dr.ssa Laura Mirona

dottoressa@lauramirona.it
www.lauramirona.it

[#7] dopo  
285543

dal 2015
Vi ringrazio per le risposte, ora va molto meglio sia per me che per mio padre. Ora solo che quando vado a trovarlo in ospedale faccio tutto il possibile per stare con lui, ma quando me ne vado mi viene tristezza e penso che non gli sono abbastanza vicino, ma d'altronde io non posso fare altro.