Utente 462XXX
ho bisogno d'aiuto.
Sono molto depresso per la seguente motivazione:
da anni soffro di prostatite, la quale mi porta a periodi di deficit sessuale. questa situazione va avanti ormai da anni. qualche mese fa mia moglie me l'ha rinfacciato. Da allora non ho capito più niente, ho perso l'entusiasmo, mi sento svuotato, non ho più nessun desiderio sessuale, ho paura di avere rapporti sessuali caso mai faccio brutta figura. Penso sempre a come saranno le mie prestazioni. Sono andato in questi giorni dall'urologo, il quale mi ha riscontrato una prostatite che sto curando già da 3 giorni.
I risultati, non ho buone erezioni però il mio dubbio adesso è:
non sono buone perchè ho appena cominciato la cura o perchè non ho desiderio sessuale stimolante. Gli esami del testosterone sono nella norma, gli esami del sangue idem. E' mai possibile che la mancanza di impulsi, desiderio influenzino l'erezione ? Anche mia moglie ha perso il desiderio erotico, per colpa mia. Ma io che colpa ho, quando mi capita periodicamente questa prostatite, corro subito ai ripari con le cure. Cosa devo fare, un giorno mi ritornerà il desiderio ? Mi sento in colpa nei confronti di mia moglie perchè ho sempre messo al primo posto, senza egoismo, il suo piacere e poi il mio.

[#1]  
Dr. Giuseppe Santonocito

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
SIGNA (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2008
Gentile utente
Lei chiede se è mai possibile che la mancanza di impulsi e desiderio influenzino l'erezione. La risposta è sì, è del tutto possibile. L'erezione è un fenomeno complesso, e non è che la fase finale di una serie di processi fisici e psichici che devono avvenire prima perché l'erezione stessa possa aversi.

Leggendo l'altra richiesta che ha pubblicato nei giorni scorsi, e in particolare vedendo la disponibilità di sua moglie a inserirsi nella discussione ed esprimersi, credo che il suggerimento migliore sia rivolgervi insieme a uno specialista per una consulenza psicologica ed eventualmente una psicoterapia di coppia.

Cordiali saluti
Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#2] dopo  
Utente 462XXX

Grazie Dottore per il suo consiglio.
Mi moglie è una bravissima persona e l'altro giorno mia ha confessato
che non riuscirebbe mai a lasciarmi.
Ecco perchè sto cercando di risolvere definitivamente questa annosa e disastrosa infiammazione prostatica. Riesce ad immaginare quanto è deprimente tutta questa situazione. Gazie di TUTTO.

[#3]  
Dr. Daniel Bulla

52% attività
0% attualità
20% socialità
CREMA (CR)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2003
Gentile Utente,
si, credo di immaginare quanto sia brutta e spiacevole questa situazione, è sempre così quando di mezzo ci va la nostra sessualità ed il rapporto con la nostra partner

La prima cosa da fare è già stata fatta, ovvero la consulenza urologica. A questo punto, se vi sono complicazioni anche a carattere relazionale, il mio consiglio è quello di rivolgervi ad uno psicologo/a per chiarirvi un po' le idee

Non rimanga lì troppo a soffrire
Cordialmente

Daniel Bulla

[#4] dopo  
Utente 462XXX

Grazie Dottore Lei è Gentilissimo.
Non so, se in questo sito qualcuno potrà rispondermi, ma ho un dubbio.
Il mio urologo, secondo me, molto preparato, mi ha prescritto una cura per l'infiammazione alla prostata che consiste in:
Ciproxin da 750 per 12 gg - sospendere per 15 gg. e ricominciare, il tutto per ben 4 volte. MA tutto quest'antibiotico fa male ? Il classico modo di dire " aggiusti una cosa e ne rovini un'altra? "
anche perchè se qualcuno legge i miei scritti precedenti, soffro di colon irritabile diagnosticato con la colonoscopia. Sto prendendo ogni giorno, sperando che vada bene, per salvaguardare il colon " una bustina la mattina prima dell'antibiotico di FLORTEC Bustine". Poi sto assumendo vitamina B12 Betotal plus ed un po di ginseng puro.
Cerco di non pensarci, ma da quando mia moglie mi ha rinfacciato le mie sporadiche disfunzioni erettili, quando sono solo ho erezioni perfette e se voglio durevoli, ma quando devo avere un rapporto con mia moglie mi balena sempre in mente la paura di poter fare una brutta figura, il tutto non per me ma esclusivamente per il bene di mia moglie perchè ho sempre cercato di mettere il suo piacere al primo posto.

[#5]  
Dr. Giuseppe Santonocito

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
SIGNA (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2008
Gentile utente
Per quanto riguarda la sua domanda sui farmaci che sta assumendo, le suggerisco di inserire nuovamente la sua domanda in area Urologia, dato che attualmente in Psicologia non si può rispondere a domande che coinvolgano l'uso di farmaci.

La sua precisazione sul fatto che i problemi d'erezione sono soprattutto quando è con sua moglie, mi dà l'occasione di confermarle che una consulenza psicologica potrebbe essere molto indicata nel suo/vostro caso.

Cordiali saluti
Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it