Utente
Buonasera, da anni convivo con qualche tic... All'apparenza mi sembravano innocui, ma in realtà mi stanno causando non pochi problemi.
Da ormai 10 anni ho l'abitudine di scricchiolarmi le dita delle mani e soprattutto dei piedi, in particolar modo gli alluci e gli indici dei piedi, (a volte anche mentre indosso scarpe, anche se risulta un pò doloroso) ed ora mi ritrovo con problemi legati ai piedi, appunto per via di questo brutto vizio. In passato ho avuto altro tic agli occhi (tra l'altro era iniziato 'a causa' di un mio amico, in un certo senso mi ha contagiato), poi fortunatamente questo è passato.
Inoltre ho un altro tic: mi mangio sempre i cordoncini delle felpe e/o i colli delle maglie. Spesso mi ritrovo con la maglia bucata. Tutto ciò mi accade, continuamente, ma inconsapevolmente, e spesso mi ripeto di smettere, ma poco dopo ricomincio.
Forse, anzi senza dubbio, è causato anche da ansie, senso di nervosismo interiore... Ho provato ad eliminarli ma sono veramente più forti di me. Esistono rimedi?

In attesa di risposte, distinti saluti.

[#1]  
Dr.ssa Marta Stentella

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
TERNI (TR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2015
Gentile utente,
In questa sede è impossibile fare una diagnosi che sembra comunque essere relativa alla messa in atto di compulsioni. Queste ultime vengono agite per fronteggiare una qualsiasi ansia o disagio che tramite questi comportamenti ripetitivi viene alleviata.
Ci scrive che soffre di questi problemi da anni. Ha mai pensato di rivolgersi ad uno psicologo?
A mio avviso sarebbe la scelta più opportuna visto pure che questi comportamenti le stanno creando problemi anche di carattere prettamente medico.
Dopo una adeguata diagnosi dei suoi disturbi, dovrebbe iniziare una psicoterapia. L'approccio cognitivo comportamentale potrebbe essere efficace nel suo caso in quanto agisce primariamente sul sintomo.
Purtroppo da soli difficilmente ci si riesce ad aiutare, anzi, in questi casi più si cerca di respingere certe condotte più si sente la necessità di attuarle.
Ci pensi.

Cordialmente
Dr.ssa Marta Stentella - Roma e Terni
Psicologa Clinica e Forense, Psicodiagnosta
www.martastentella.it

[#2]  
Dr. Armando De Vincentiis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
MARTINA FRANCA (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
gentile utente quelli che chiama "semplicemente " tic sono, probabilmente, delle vere compulsioni che vanno necessariamente trattate sotto l'aspetto specialisitico
le consiglio questa lettura per meglio comprendere la dinamica del suo problema
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/5399-compulsioni-la-trappola-dei-rituali.html
saluti
Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#3] dopo  
Utente
Vi ringrazio per le risposte, ho apprezzato la lettura. Praticamente, questi tic nervosi/compulsioni sono una specie di ansiolitici creati da se stessi che mirano alla distrazione della mente, con lo scopo di eliminare ansia e tensione, anche se in realtà tutto ciò crea un circolo vizioso che non porta a risultati soddisfacenti... è corretto?

Non mi è possibile rivolgermi ad uno psicologo per il momento, ma appena mi è possibile lo farò, anche se ad esser sincero, non mi viene spontaneo rivolgermi ad uno psicologo...
A risentirci,
buonasera.