Contagio con urina hiv e hbv-hcv

Salve,
Durante una procedura di rimozione di catetere vescicale si è straccordata la busta delle urine al catetere in silicone, in quel momento o subito dopo ( non ricordo di preciso) ho avvertito una strana sensazione all occhio. Non uno schizzo (non ho avvertito altre gocce in viso o vicino all occhio), più un fastidio tipo aria o fresco, ma non da goccia. Quindi nel dubbio e nell ansia che mi hanno assalito solamente dopo, vorrei sapere se vi è la possibilità di contrarre malattie quali hiv, hcv ed hbv tramite contagio di liquido biologico come l urina, anche se non vi era la presenza macroscopica di sangue del catetere (le urine erano limpide, neanche giallo paglierino). Mi domando anche se la manovra di sgonfiaggio del palloncino del catetere può aver provocato microlesioni all uretra, e con ciò la presenza di probabile sangue nell urina che probabilmente ha schizzato insieme ad essa.
Sono molto in ansia, anche se so come vengono trasmesse queste malattie, ma i dubbi e i pensieri non cessano..
Grazie
[#1]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Gentile Signora,
se sa come si trasmettono le malattie che teme, sa anche che dalla sua descrizione non emerge il rischio di contagio.
Tanto più che se ci arriva uno schizzo di urina o di altro liquido nell'occhio si avverte in modo chiaro. Non si ha la sensazione di "aria" o di "fresco" VICINO all'occhio e la palpebra di riflesso si chiude.
Si tranquillizzi.
Cordialità,
Dott. Caldarola.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore,
Intendevo che quella sensazione l ho avvertita nell occhio, sono stati altri probabili schizzi che non ho avvertito..
Quindi nulla di grave..grazie
[#3]
dopo
Utente
Utente
Mi scusi dottore,
Vorrei sapere se il liquido come urine può trasmettere qualcosa se fosse andato nell occhio? Dovrebbe contenere sangue visibile?? Pensando alla peggiore delle ipotesi, proprio per la mia insicurezza sull accaduto. Grazie
[#4]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Guardi,
metta una pietra sopra questo episodio.
Se poi non riesce a tranquillizzarsi allora si rivolga non all'infettivologo ma allo specialista della psiche.
Cordialità,
Dott. Caldarola.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Lo so dottore, ma ho paura di sottopormi ai test tra sei mesi e scoprire che qualcosa ho contratto per questo episodio, proprio per la mancata consapevolezza della possibilità di contagio tramite urina. Ho letto che l hiv si trova in minime quantità non possibili al contagio, ma sull hbv e hcv non trovo nulla..
Grazie
[#6]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Gentile Signora,
a me non vuol credere, ha paura a fare il test, va girando in rete come se davvero dovesse trovare ivi la soluzione ai suoi dubbi: mi dica come potrei aiutarla, magari riusciamo a trovare una soluzione.
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Scusi dottore,
Le ho ripetuto la domanda perché alla prima risposta lei ha scritto VICINO l'occhio..quindi ho pensato che non aveva compreso che il mio dubbio era se andava DENTRO l'occhio?
Grazie
[#8]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Gentile Signorina,
mi pare che qui stiamo tendando di dare un sesso agli angeli: non ci riuscirono a Bisanzio figuriamoci se ci riusciamo in questa occasione.
Se è nel dubbio che urina mista a sangue, come un soave Zefiro che annuncia l'incipiente primavera, le sia finita dentro l'occhio, faccia i tests perchè non le servirebbero le rassicurazioni mie nè di alcun altro.
Buona serata,
Dott. Caldarola.
[#9]
dopo
Utente
Utente
Dottore io la ringrazio per la sua pazienza. Solamente che il tenpo di attesa per gli esami sarebbe meno ansioso se sapessi che il rischio che corro è basso o nullo.
Grazie per la disponibilità. Fa un ottimo lavoro!
[#10]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Signorina le ho già detto che non corre nessun rischio!
Ma se lei continua con questo tono da coro di Tragedia Greca io non posso aiutarla.
Se vuole la sposto nella sezione Psicologica: me lo faccia sapere.
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
[#11]
dopo
Utente
Utente
Dottore andando avanti così un consiglio da un diverso specialista aiuterebbe..Grazie buon lavoro e buon anno, è stato un ottimo professionista.
Se vuole le farò sapere di eventuali esami nei prossimi mesi. Cordiali saluti.
[#12]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Dove vuole che la trasferisca?
Esprima il desiderio e facciamo come la fata della fiaba di Cenerentola. La accontentiamo subito.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#13]
dopo
Utente
Utente
Non conosco bene il sito Dottore, esistono delle sezioni per parlare con una figura quale psicologo? Valuti lei. Grazie
[#14]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
La trasferisco in Psicologia.
Saluti.
[#15]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 492 45
Gentile Utente,

ricercare costantemente rassicurazioni non fa altro che rafforzare la Sua ansia.
Oltre all'episodio che racconta relativo al catetere, Le capita anche in altri contesti di essere ansiosa? Se sì, quali?

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#16]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore,
Si mi capita per altre occasioni, mi è capitato di soffrire di forte ansia alle superiori, esami dell università e le classiche ansie che arrivano ad ogni ragazza quando inizia ad avere dei rapporti con il partner. Mi definisco una persona pessimista e ansiosa!
Da quando ho iniziato a lavorare sarà che ho avuto altri episodi di rischio contagio denunciati, sempre liquido biologico nell occhio e puntura d ago, facendo la denuncia ovviamente si sa se il paziente poteva essere portatore di infezioni. Non avendo fatto la denuncia adesso mi sento spaesata e agitata. Saranno forse queste che hanno aumentato e mi hanno fatto immaginare l eventuale schizzo? Non so più cosa pensare. L unico pensiero è scoprire di aver contratto qualcosa a distanza di mesi. Anche se so che non ne troverei una spiegazione logica.
Grazie

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa