Utente
Salve gentili dottori, sono un uomo sposato da dieci anni e padre di due bellissime bambine di sette e quattro anni. Di recente ho scoperto una relazione parallela di mia moglie con un uomo sposato con figli. Nonostante tutti i discorsi e i tentativi di farla ragionare, lei non accenna a smettere perchè dice di esserne troppo coinvolta nonostante l'amore per me e per le figlie, io francamente sto vivendo un inferno, cerco di stare calmo e di non far percepire nulla alle mie piccole, ma la situazione è diventata davvero insostenibile. La tentazione è di andare via e lasciarla con la sua storia, ma così facendo distruggerei la stabilità delle mie figlie. Non so davvero cosa fare ci sono suggerimenti in questi casi?
Vi ringrazio per le risposte che mi darete.

[#1]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
Caro Utente,

mi spiace per quello che le sta succedendo e comprendo bene che non sappia dove sbattere la testa, se si preoccupa soprattutto del bene delle vostre due bambine.

Ha capito come mai sua moglie la sta tradendo?
Quali difficoltà avete come coppia?
Le ha chiesto cosa l'ha portata a comportarsi così e anche a dirle chiaramente che non intende rinunciare all'amante?
Da quanto va avanti la loro relazione?

Quando ne avete parlato nessuno dei due ha accennato apertamente alla possibilità di separarsi?
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#2] dopo  
Utente
Rispondo in ordine.
La sua motivazione è stata principalmente la voglia di evasione dagli obblighi e dalla routine familiare e di coppia che era diventata pressante.
Come coppia non abbiamo grosse difficoltà, se non quella di essere, come le dicevo, normale da tanto tempo, una coppia che vive sulle responsabilità della vita quotidiana, come credo tutte le coppie che stanno insieme da molti anni.
Non rinuncia all'amante perché sente di aver perso la testa, sente di vivere emozioni nuove per lui e non vuole privarsene per nulla.
La relazione va avanti da circa otto mesi.
Sì è parlato di prendere ognuno la sua strada, ma lei sente comunque l'amore della famiglia, sostiene che l'altro è una cosa a sé, anche se la ricerca è diventata sempre maggiore riducendo quello per la famiglia.

[#3]  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
la sua richiesta di consulenza obbliga a più livelli di riflessione:
La vostra coppia
La psiche di sua moglie
Il rapporto con l’amante
E le classiche dinamiche del triangolo amoroso.

Le allego una lettura da cui è tratto il mio ultimo libro, troverà parecchie testimonianze di uomini (per lo più donne) nelle sue stesse condizioni, Chiavi di lettura, e tanti suggerimenti.



https://www.valeriarandone.it/tradimento/amare-un-uomo-sposato/

Guardi anche questa video intervista sempre sullo stesso tema

https://m.youtube.com/watch?v=rOucybIzeJM
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#4] dopo  
Utente
Grazie dottoressa avevo avuto già letto il suo articolo. Ora ho visto anche il video. In realtà ho pensato che sarebbe utile che queste cose le vedesse mia moglie perchè a me sono abbastanza chiare.
Per quanto riguarda me invece mi sembra assurdo permettere che lei continui, nel senso che sto male io tutti i giorni per tutelare le mie bambine, rimediando a ogni attimo tolto loro dalla madre con la mia presenza e il mio amore. Lei invece ha perso ogni interesse e ogni attenzione, anche se dice che non è così. Cerco di farle aprire gli occhi, ma sembra essere completamente fuori di senno, come anche lei riporta nel suo video pare che parli di una sorta di principe azzurro, è sempre assorta nei suoi pensieri, come se fosse tornata agli amori di una volta.
Quindi anche io mi rassegno perchè è come parlare a una persona sotto effetto di droghe. Non so davvero come comportarmi. L'unica cosa che mi spinge a stare calmo è il dolore nel sapere cosa stanno subendo le mie figlie.

[#5]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
"mi sembra assurdo permettere che lei continui, nel senso che sto male io tutti i giorni per tutelare le mie bambine, rimediando a ogni attimo tolto loro dalla madre con la mia presenza e il mio amore"

Infatti, sembra piuttosto assurdo che lei di fatto accetti che sua moglie abbia un amante e che attenda che si stufi di frequentarlo per ricomporre un quadro familiare probabilmente disfunzionale, se si è creato spazio per una relazione extra-coniugale.

Se sua moglie intende tenere il piede in due scarpe la situazione non fa bene a nessuno, nè a lei come marito e come uomo, nè tanto meno alle vostre figlie, che - ne sia pure sicuro - sanno quello che sta succedendo.

In queste situazioni la chiarezza è d'obbligo per tutelare tutti i soggetti coinvolti e se sua moglie non crede più nel matrimonio si può pensare ad un allontanamento, anche temporaneo se preferite, in modo tale che si chiarisca le idee, ma sarebbe ancora meglio se faceste qualche colloquio in coppia presso uno psicologo per capire cosa volete entrambi e prendere quindi una decisione, che, per il bene delle bambine, non può contemplare la presenza di una madre che abbia sia marito che amante.
Se si trattasse solo di voi due potreste decidere quello che volete, anche se lei sarebbe piuttosto masochista nell'accettare la situazione, ma visto che è giustamente preoccupato per le vostre figlie deve tenere presente che queste situazioni sono estremamente deleterie per i bambini, che hanno bisogno prima di tutto di chiarezza, oltre che di affetto e attenzione.
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#6] dopo  
Utente
Grazie dott.ssa Massaro, effettivamente quanto detto da lei è corretto e mi trova d'accordo. Il problema è che, non glielo nascondo, quando ci si trova dentro queste situazioni non si riesce bena a capire cosa sia giusto fare perchè ci si sente completamente confusi. Quello che faccio lo faccio solamente per le mie figlie, non certo per me che invece vorrei agire in maniera differente.
Seguirò il vostro consiglio e vi ringrazio.

[#7] dopo  
Utente
Buonasera dottori, mi sto consultando con alcuni terapeuti per capire come procedere, nel frattempo vi chiedo, è sempre consigliabile cercare di parlare del problema con mia moglie? Ultimamente sto cercando di non affrontare troppo il problema per evitare discussioni. Vorrei però spesso cercare di instaurare un dialogo pacato e attivare la comunicazione per capire e capirci. Secondo voi in questa fase è un errore?

Grazie

Saluti

[#8]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012

Gentile utente,

avendo Lei due consulti aperti contemporaneamente,
Le stiamo rispondendo sull'altro:

https://www.medicitalia.it/consulti/psicologia/592917-scegliere-un-bravo-psicoterapeuta.html

Saluti cordiali.

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/