Utente
Salve,

sono una ragazza di 26 anni fidanzata con un ragazzo della mia stessa età da circa 3 anni. Abbiamo convissuto per circa 1 anno e da 6 mesi lui si è trasferito all'estero per lavoro e ci vediamo circa una volta al mese.
Da poco più di un anno i nostri rapporti sessuali sono diminuiti numericamente, ma anche la loro qualità è diminuita. Tutto ciò è comiciato dopo un periodo di forte stress lavorativo del mio ragazzo, il quale durante tale periodo si masturbava frequentemente (c. 2 volte al giorno) guardando video porno. Dopo questo periodo fare l'amore non gli piaceva più, non aveva desiderio e interrompeva il rapporto a causa di ansia (non meglio specificata). Dopo un paio di mesi in cui ci sono stati solo 2/3 tentativi falliti di avere rapporti completi e soddisfacenti la situazione è lievemente migliorata: per i mesi successivi, fino a circa 6 mesi fa ci sono stati dei rapporti (media 1 ogni 7/10 giorni) anche se non con la stessa passione che vi era prima. Devo specificare che il miglioramente è stato anche dovuto ad una diminuzione da parte sua di masturbazione con i video porno, che abbiamo anche usato per 'eccitarci' insieme prima dei rapporti. Inoltre questo è stato il periodo di convivenza e personalmente ho attribuito anche al 'vedersi tutti i giorni' una possibile causa della diminuzione di interesse sessuale.
Da quando è partito la situazione è precipitata. Lui ha ripreso a vedere porno come prima, sempre perchè per lui rappresentano una valvola di sfogo allo stress, ma in più dice che non lo eccito più perchè ormai è troppo tempo che stiamo insieme (lui dice che è normale per gli uomini). Nonostante ora ci si veda solo un weekend al mese, in quel weekend il sesso non è la sua priorità: se lo facciamo è solo per soddisfare me e non sempre lo facciamo.
Nella mia visione il primo problema sono i porno, ma non so come aiutarlo a smettere (o almeno diminuire) di guardali... anche lo stress lavorativo notevole ci mette la sua parte e non so se credere che la mancanza di suo desiderio derivi solo dal fatto che ormai è venuta meno la novità della relazione.
In tutto ciò so che mi ama e che non mi tradisce. Ma cosa posso fare per riaccendere il suo desiderio?
Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Buonasera,
Lei niente, ma lui potrebbe ammettere di avere un problema ed effettuare una prima consulenza, che è già diagnostica, per proseguire poi con l’eventuale cura della sua dipendenza.

In questa video intervista troverà spiegati i rischi della pornografia sul desiderio

https://m.youtube.com/watch?v=tzvrdDihGSw
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#2] dopo  
Utente
Gent.ma dott.ssa Randone,

La ringrazio molto per la Sua risposta e anche per il video che ho trovato molto interessante.
Il mio ragazzo è consapevole di avere un problema, ma è anche convinto di poterlo risolvere piano piano da solo.
So che dovrei spronarlo a rivolgersi a qualcuno di esperto, ma oltre a questo cosa posso fare per aiutarlo secondo Lei? Come devo comportarmi?
Ho provato a cercarlo sessualmente venendo 'rifiutata', ed anche a non cercarlo provando ad attendere, ma non so quale sia il modo migliore di approcciarmi.

La ringrazio ancora e La saluto cordialmente.

[#3]  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Non posso che ribadire quello che le ho già scritto: lei niente, lui andare in consultazione.

Non accetti compromessi, non diventi complice di questo silenzio dei sensi, potrebbe essere una spinta alla presa di coscienza.
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it