Utente
salve dottori, vivo a casa con mia nonna e mia mamma. Mio padre c'è ma non è una figura molto "forte". io mi sono "fatto da solo" inseguendo le mie passioni e riuscendo a laurearmi. Oggi a distanza di 10 anni dalla laurea e dalle prime esperienze affettive mi sento incapace di riprendere la mia vita. Dopo alcuni insuccessi di studio e lavorativi sono tornato a vivere con i miei e la situazione mi sta alquanto stretta. Non sono motivato a fare nulla. Il mio primo obiettivo sarebbe vivere per conto mio ma non ho abbastanza soldi..sono disperato, perché sento di stare regredendo sempre di più ed è una sensazione spiacevolissima. Vi prego di aiutarmi in qualche modo, grazie..

[#1]  
Dr. Armando De Vincentiis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
MARTINA FRANCA (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
gentile utente forse parte da una premessa sbagliata, vivere con nonna è mamma non è di certo un impedimento della sua crescita personale. Lo deve considerare un fatto logistico, visto che non ha abbastanza soldi, ma può trovare la motivazione per il resto.
Può trovare aiuto anche in un terapeuta se non esce da questa premessa.
saluti
Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks