Utente

Buona sera dottori. Da alcune settimane soffro di difficoltà a prendere sonno con un circolo vizioso che mi fa temere di essere incapace di entrare nel sonno profondo.

Da tre settimane prendo Zolpidem a gocce con posologia non indicata né dal medico curante che me l'ha prescritto né dallo psicanalista che mi ha in cura da tre settimane.

Quest'ultimo dal primo incontro non si è mai concentrato sull'insonnia in sé definendola un sintomo di uno stato di malessere più generale non soffermandosi né su come dormire meglio né sulla quantità di gocce da prendere dicendo di ''affidarsi al mio buonsenso''.

In realtà io sono preoccupato da questo utilizzo prolungato del medicinale e vorrei avere maggiori suggerimenti per dormire meglio, al di là dell'analisi dei sintomi ansiosi la cui origine va sicuramente indagata.

Il mio psicanalista mi dice che le mie sei ore di sonno, con due o tre interruzioni anche di due ore, sono sufficienti, ma io non credo.

Voi cosa ne pensate riguardo il suo approccio al problema?

[#1]  
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo

32% attività
8% attualità
16% socialità
MAGLIE (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2016
Gentile ragazzo,

Comprendo benissimo come e quanto l’insonnia costituisca un disagio abbastanza rognosetto. E quindi, nello stesso tempo, è condivisibile la sua voglia e necessità di venirne fuori. Ma quanto più lei perpetuerà ad “odiare” il suo disturbo del sonno, tanto più è probabile che esso si presenti.
L’insonnia è:
- un malessere transitorio e generalmente curabile con ottimi risultati;
- ha, quindi, una prognosi favorevole.

Ergo, l’ideale in questi casi è seguire la terapia che sta facendo senza avere fretta ma solo fidandosi e affidandosi al suo psicoterapeuta. Augurandoci che i risultati si vedranno senza avvalersi di pareri paralleli di professionisti che non conoscono intensità, frequenza e durata del suo problema. È controproducente per lei.

Ps: verifichi con il medico le modalità e i tempi di assunzione del farmaco che assume.

Cordiali saluti
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo. Psicoterapia cognitiva e cognitivo comportamentale.

[#2] dopo  
Utente
Grazie della risposta; mi è stata di aiuto.
Per quanto riguarda l'assunzione del farmaco il mio medico curante mi ha consigliato di ridurlo poco a poco. Cosa che sto facendo.

[#3]  
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo

32% attività
8% attualità
16% socialità
MAGLIE (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2016
Bene! Lieto dell’aiuto offerto

In bocca al lupo ;)
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo. Psicoterapia cognitiva e cognitivo comportamentale.