Utente 525XXX
Salve, scrivo per avere una delucidazione sulla mia situazione: da agosto 2018 che soffro di attacchi d’ansia dovuti a motivi che ancora oggi forse non ho ben chiaro ma, succede che circa due settimane fa ho avuto un attacco di panico con pensieri del tipo:non ami il tuo compagno, lascialo. Pensieri che mi sono portata due giorni dopo, quando cercando di dirlo a lui ho avuto questo attacco. La settimana successiva è stata devastante, tra confusione, attacchi di ansia causati dalla sua presenza . Sono scesa 4 kg nel giro di 3 giorni, non dormo, non riesco a concentrarmi, sto facendo svolgere il mio lavoro da una collega e sono VUOTA. Mi sono staccata dal mio compagno perché ho maturato che nel nostro rapporto ormai il sentimento era sceso, mettendomi sempre alla prova davanti a lui cercando di provare quello che la testa mi diceva di provare, come per darmi la conferma che era vero che non l’amavo più, ma adesso il pensiero di vederlo con un’altra o di tornare un giorno da lui e non trovarlo mi fa stare male ma allo stesso stesso tempo vorrei stare da sola per capire anche perché sono completamente incapace di provare qualsiasi tipo di emozione ora. I pensieri assurdi mi entrano in testa e mi creano ansia, pensando davvero di avere qualche patologia o qualcosa di serio. A volte vorrei scomparire, altre mi impongo di essere triste per tutta questa storia. Cosa devo fare?

[#1]  
Dr.ssa Angela Pileci

56% attività
8% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

per prima cosa deve smettere di fare test perchè peggiorano la situazione. Eviti cose del genere:

"...Mi sono staccata dal mio compagno perché ho maturato che nel nostro rapporto ormai il sentimento era sceso, mettendomi sempre alla prova davanti a lui cercando di provare quello che la testa mi diceva di provare, come per darmi la conferma che era vero che non l’amavo più...."

Non so chi Le ha diagnosticato l'attacco di panico, ma pare si sia instaurata una dinamica ossessiva che va spezzata.

Ma non possiamo aiutarLa da qui: è preferibile che Lei si faccia aiutare da uno psicologo specializzato in psicoterapia perchè è importante intervenire quanto prima nelle problematiche ansiose.

Di solito, in questo tipo di problematiche e considerata la Sua età, è possibile trattare bene e velocemente il problema.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2] dopo  
Utente 525XXX

La ringrazio Dott.ssa, seguirò il suo consiglio.