Utente 390XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo omosessuale di 25 anni della provincia nord di Roma. Ho un problema: non riesco a fare sesso. Ho provato sia con conoscenze che con escort, non mi eccito più di un certo limite. Non ho mai fatto sesso completo e anche con il sesso orale mi eccita poco, sia farlo che riceverlo. Provo dolore a fare sesso da ricettivo e in ogni caso non provo un grande piacere, e non riesco a fare sesso da attivo in quanto non mi eccito abbastanza. Preciso che a livello di masturbazione riesco ad eccitarmi e anche a penetrarmi con un fallo di gomma.

[#1]  
Dr.ssa Angela Pileci

56% attività
12% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

non conoscendo direttamente Lei nè la Sua storia, non saprei come poter inquadrare la problematica, però, leggendo i consulti precedenti, era già evidente un certo disagio, tant'è che Lei anni fa parlava di sedute prenotate con uno psicologo. Le ha poi fatte?

La mancanza di esperienza in ambito sessuale potrebbe avere un ruolo nel vivere la sessualità con molta preoccupazione; inoltre non è la cosa migliore del mondo fare tentativi con conoscenti ed escort, dal momento che parliamo di un momento di intimità.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]  
Dr.ssa Paola Scalco

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
CASTELL'ALFERO (AT)
ASTI (AT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
"Ho provato sia con conoscenze che con escort, non mi eccito più di un certo limite"

Gentile Ragazzo,
la sessualità agita fino ad ora, pertanto, è sempre stata al di fuori di una relazione affettiva, o ha invece avuto modo di notare differenze tra una situazione più "ludica" e un'altra in cui era presente coinvolgimento emotivo e sentimentale?

Ci sono, secondo Lei, pensieri ricorrenti che contribuiscono a lmitare il livello di eccitazione fisica e mentale?
Che differenza c'è da questo punto di vista tra le volte in cui le capita di praticare autoerotismo e quelle in cui è con un partner?

Cordialità.
Dr.ssa Paola Scalco, Psicologa
specialista in Psicoterapia Cognitiva e perfezionata in Sessuologia Clinica
https://www.medicitalia.it/paola.scalc

[#3] dopo  
Utente 390XXX

Si sto facendo le sedute dalla psicologa con buonissimi risultati su vari fronti. In realtà non so se il mio problema andrebbe messo in andrologia più che in psicologia.
Per quanto riguarda la dott.ssa Scaldo, non ho mai avuto una relazione affettiva.