Utente 568XXX
Buongiorno,
Sono la mamma di una bimba di 7 anni che si è sempre 'strusciata' sin da piccola nei momenti di ansia o noia.
Nell'ultimo anno ci sono stati due eventi che hanno stravolto la routine: inizio prima elementare e la nascita della sorellina.
Nei mesi è uscita la gelosia nei suoi confronti con atteggiamento testardo e di contestazione verso noi genitori.
Negli attimi di noia ha ripreso a strusciarsi, le ho già spiegato che lo deve fare da sola e non amo lo faccia davanti a noi.
Ieri sera si lamentava, piangendo, che quando 'inizia' poi non riesce a smettere e le fa male la patata.. . .
Io non so come aiutarla, con l'arrivo della sorella è palese il suo richiamo di attenzione nei nostri confronti.
Ho bisogno di supporto da parte di un professionista.

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile mamma,

La risposta ce l'ha avuta indirettamente da parte di Sua figlia stessa:

"..con l'arrivo della sorella è palese il suo richiamo di attenzione nei nostri confronti. "

Come mai Voi avete difficoltà a fornirle tale attenzione,
a "consolarla", a "saziarla",
in modo da evitare che sia nella necessità di ... consolarsi da sola?

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2] dopo  
Utente 568XXX

La sorellina è stata molto tralasciata a sé stessa da quando è nata, ma ora che ha un anno richiede attenzione nella sua fase esplorativa e io non riesco a seguirle tutte e due contemporaneamente in alcuni momenti della giornata. Oltretutto la piccola è in piena fase di abbandono e a casa mi cerca in continuazione.
Cerco di sollecitare la grande a giocare con noi la sera ma sembra che preferisca isolarsi a guardare la tele.
Inoltre vivo con costante senso di colpa nei confronti della piccola perché mi rendo conto di dedicare anche a lei meno tempo.

[#3]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
In questo racconto il padre non compare.
C'è?
Come La aiuta?
Lei lo coinvolge?
Quale è il ruolo di lui in famiglia e con le bimbe?

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/