Utente 225XXX
Buonasera,

è da circa due settimane che sto accusando forti attacchi di panico (sopratutto la sera) bevendo (sopratutto acqua) dal bicchiere. E' come se avessi paura che qualcuno volesse farmi bere tutta in una volta una bottiglia d'acqua (se bevo vicino la bottiglia) o tutta l'acqua dal bicchiere anche se non ho voglia. Quando ho questi attacchi sono costretto ad alzarmi e a camminare altrimenti impazzisco.

Questa cosa mi sta davvero distruggendo. Ascoltando il parere di mia cugina, (psicologa - psicoterapeuta) mi ha consigliato di rivolgermi al neurologo che mi ha invitato a prendere xanax 15 gocce la sera prima di dormire (gli attacchi di panico li avverto anche durante il sonno, infatti sono costretto a svegliarmi in continuazione e ad alzarmi in quanto non riesco a stare nel letto. Inoltre, dopo che mi vengono questi attacchi, ho forte ansia che dura ore e ore (non riesco neanche a mangiare in quanto non lo lo stimolo)
Da una settimana sto assumendo ogni sera lo xanax che ha davvero migliorato le cose.

Adesso, leggendo vari post di medici psichiatri, gli stessi sconsigliano lo xanax in quanto non fa altro che creare dipendenza e alla lunga dare effetti avversi (ansie più forti, assuefazione ecc ecc)

Ora vi chiedo, siccome sono disperato, A CHI DEVO RIVOLGERMI?? ? Mi confondono la mente e non so davvero chi ascoltare.

Grazie per l'attenzione

[#1]  
Dr. Francesco Ziglioli

24% attività
20% attualità
12% socialità
DESENZANO DEL GARDA (BS)
BRESCIA (BS)
MONTICHIARI (BS)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
Gentile utente,

senza entrare nel vivo del suo quadro sintomatologico, le consiglio di rivolgersi ad un psicologo psicoterapeuta per avere almeno una valutazione obiettiva diretta. In base a quanto le dirà, valuterà poi se iniziare un percorso terapeutico ad hoc.
Eviti di leggere pareri medici su farmaci o quant'altro, non perchè non siano veri, ma piuttosto perchè non sono correlati alla sua situazione specifica. Ognuno presenta una situazione che va valutata e che necessita di un trattamento specifico, è difficile poter generalizzare. Solitamente, lo psichiatra è ben consapevole dei timori dei pazienti legati al sovradosaggio dei farmaci, alla possibile dipendenza e agli effetti collaterali e sa affrontare l'argomento in modo ottimale.
Cordiali saluti
Dr. Francesco Ziglioli
Psicologo - Brescia, Desenzano, Montichiari
Www.psicologobs.it