Utente 571XXX
Buonasera mi scuso se il mio messaggio può' apparire un po inappropriato o inadeguato, ma perfavore rispodetemi da qualche parte, anche in privato perché' sto davvero male.
Le preanticipo che sono un soggeto molto ansioso, che ha gia sofferto di vari disturbi ossesivi compulsivi nel passato, incluso questo di cui parlerò.

e scrivo per un mio pensiero fisso, da un mese circa immagino continuamente immagini e pensieri omosessuali.
E’ una cosa complicata dove il 90 percento delle volte non ho avuto erezioni, invece con le ragazze 60 percento delle volte ho avuto erezioni.
Inoltre mi masturbo con materiale pornografico etero o solamente con ragazze che si masturbano e mi eccito, ho delle erezioni e raggiungo l’orgasmo facilmente, mentre ho provato a masturbarmi con pensieri gay o video porno gay avendo un abbassamento dell’erezione, non riuscendoci.

Quindi questo deduce che le mie preferenze sessuali siano chiaramente etero.

Peró ci sono state delle volte che mio fratello abbracciandomi o scherzosamente mi ha toccato le parti intime e mi si e' eccitato.

Ho gia avuto esperienze con ragazze, due anni fa ho avuto rapporto sessuale molto piacevole, dove ho raggiunto l'orgasmo facilmente ed ripensandoci era bello, pero'subito dopo un po traumatico perché la ragazza era molto più grande di me.
E quest'estate ho baciato una ragazza, pero non mi e'piaciuto moltissimo.

Io credo che l'ultimamente abbia avuto un forte calo della libidine associato allo stress univerisitario, alle mie forti ansie.

Io ho paura di essere un omosessuale lattente e che con lo sviluppo degli ormoni possa diventare omosessuale.

Io credo di essere ed di essere sempre stato etero, pero' non riesco spiegare perché' mi e'successo di avere erezioni verso gli uomini mai con materiale pornografico omosessuale.
Ho sempre avuto degli strani comportamenti quando vedevo degli omosessuali non di schifo ma d'indifferenza.
Non ho nulla contro a gli omosessuali, ho uno zio gay, ma ho paura che posssa vere ripreso i tratti genetici omosessuali da lui.

E' possibile che uno abbia erezione verso lo stesso sesso anche se e' etero?

Sto passando un momento di crisi, dove prima pensavo che fossi completamente omosessuale ma ora mi sono convinto che sono bisessuale con preferenza verso il sesso femminile.

E' possibile da un momento all'altro diventare gay?

Grazie e perfavore, perfavore, mi potreste rispondere a questo messaggio, perché sto diventando pazzo.
Mi dispiace che vi ho scritto, ma non posso andare da un psicologo perché in questo momento non ha la disponibilità economica per farlo.

[#1]  
Dr.ssa Eleonora Arduino

24% attività
20% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
MONTAFIA (AT)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Può non piacerci, ma il "confine" tra etero e omosessialità è come un segmento, non un punto. Cioè ci sono caratteristiche e sfumature intermedie molto ampie. Varrebbe la pena dedicarci uno spazio congro ad un tema così importante, non crede? Si "regali" qualche seduta psicologica... cordialità
Dr.ssa Eleonora Arduino
psicologa-psicoterapeuta

[#2] dopo  
Utente 571XXX

Grazie mille per la risposta dottoressa. Pero' mi sembra di non avere capito bene , lei con questo vorrebbe dire che non si passa direttamente da eterosessuali a omosessuali, ci sono vari passi e sintomi o vorrebbe che nel mezzo tra etero e omosessuali ci sono vari orientamenti sessuali.
Perfavore me lo potrebbe dare una risposta più' chiara.
In piu'in questo momento non posso permettermi di pagarmi una visita psicologica.
Grazie , aspetto una sua rispsota.

[#3]  
Dr.ssa Eleonora Arduino

24% attività
20% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
MONTAFIA (AT)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Salve, sì intendevo proprio questo: non ci sono categorie rigide se non determinate dalle nostre convinzioni culturali. Non c'è un orientamento sessuale unico per tutta la vita e verso qualsiasi persona. In pratica possiamo innamorarci sia di uomini che di donne, tutti quanti. Il fatto di passare da "un'intensa amicizia" a un rapporto amoroso anche sessuale, è molto soggettivo e molto condizionato dai nostri tabù. Quindi, infine, conta più la persona che si incontra, quello che ci suscita, che un orientamento preciso a priori.
Per quanto riguarda il lavoro psicologico, ci sono molti colleghi che offrono consulenza a prezzi più che accessibili (ad esempio, veda il sito "https://www.psicoterapia-aperta.it/"). Esiste anche una rete di psicologi LGBT, che a volte danno consulenza gratuita su queste questioni tramite associazioni specifiche LGBT (ARCI Gay e simili): non si occupano solo di gay, ma anche di temi di orientamento sessuale.
Quindi, bisogna cercare.... e si trova! Auguri :)
Dr.ssa Eleonora Arduino
psicologa-psicoterapeuta