Utente 359XXX
Buongiorno, sono in cura da 2 mesi con il mio psichiatra con 100 mg di zoloft e mezza pastiglia di deniban ho iniziato in forma ridotta con zoloft 50 fino ad arrivare a 100mg.
Sono passati 2 mesi ma i sintomi li ho ancora tutti sbandamenti vampate di caldo sensazione di stordimento ecc... Il mio problema é che mi trovo alla 33ma settimana di gravidanza e solo il pensiero di fare un parto naturale mi sento male con forti attacchi e ansia che mi sembra di svenire.
È possibile con ovviamente il consenso del mio psichiatra intraprendere il percorso per il taglio cesareo che mi tranquillizza un po' di più?
Grazie valentina

[#1]  
Dr. Francesco Ziglioli

24% attività
20% attualità
12% socialità
DESENZANO DEL GARDA (BS)
BRESCIA (BS)
MONTICHIARI (BS)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
Gentile,

Il parto cesareo deve essere deciso anche insieme all'equipe Ospedaliera che la segue. Una buona idea potrebbe essere quella di far parlare il suo psichiatra con il medico di riferimento che segue la sua gravidanza.
Comunque, se i sintomi non dovessero diminuire con la sola terapia farmacologica, le suggerisco di considerare l'idea di farsi seguire anche da un punto di vista psicologico psicoterapeutico. Intanto, se vuole, può leggere questo articolo :
https://www.psicologobs.it/diagnosi/attacchi-di-panico-cosa-sono-e-come-di-manifestano/
Cordiali saluti
Dr. Francesco Ziglioli
Psicologo - Brescia, Desenzano, Montichiari
Www.psicologobs.it