Utente 574XXX
Salve, ho bisogno di un aiuto/consiglio.
Ho 19 anni e 8 mesi fa ho perso mio fratello di 25 a causa di un incidente.
Da qualche mese peró sto malissimo, soffro di tachicardia, attacchi di panico e mi sento letteralmente morire, ho la perenne sensazione che mi stia venendo un infarto e che io possa morire da un momento all'altro.
non riesco a stare piú in un luogo chiuso, non riesco nemmeno ad uscire perché mi puó venire in qualasiasi momento, durante il giorno ma soprattutto durante la notte sento dei fortissimi tremori interni, quasi come se ci fosse il terremoto e non riesco a spiegarmi perché.
ho paura di essere pazza, mi sento malissimo, non riesco a capire piú niente.
un attacco di panico mi dura piú o meno un giorno intero e quello che sento io mi hanno detto che si chiama "sensazione di morte imminente" e nonostante io sappia che non mi puó succedere nulla, in quel momento io perdo il totale controllo del mio corpo.
Spero che qualcuno sappia darmi una risposta e sappia indirizzarmi, gliene saró grata!

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile ragazza,

ecco la risposta immediata ad un problema invalidante e dolorosisimo come il Suo,
e che non è possibile risolvere online:
si rivolga al più presto ad una Psicologa Psicoterapeuta per un percorso di elaborazione del lutto,
da lì proviene probabilmente il panico.

La morte improvvisa e tragica di Suo fratello,
così giovane e pieno di salute immagino,
ha inciso un ferita profonda nel suo animo,
ha causato un vero e proprio trauma,
che chiede cura e protezione specialistica.

Le siamo vicini.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2] dopo  
Utente 574XXX

io la ringrazio tantissimo!
é stata davvero gentilissima e al piú presto contatteró uno specialista in modo tale da riuscire con una terapia (immagino anche lunga) a risolvere i miei problemi. credo che il dolore mi abbia letteralmente anestetizzata, non ho mai pianto e di conseguenza elaborato un lutto cosí atroce che mi ha portata dopo questi infiniti mesi ad un crollo psicologico

[#3]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Posso immaginare che siano stati mesi di sofferenza e pensieri,
di nostalgia e rimpianto..

La psicoterapia non è detto sarà lunga,
talvolta all'opposto si rivela più breve di quanto previsto.

Lo vedrete insieme alla Sua terapeuta.

Però non temporeggi, è importante.

Saluti cari.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/