Utente 442XXX
sono un ragazzo di 26 anni e ho sofferto di disturbi d’ansia, principalmente di Doc di origine omosex, mi sta accendendo qualcosa di strano...svariate volte ho pensato di desiderare la morte di qualcuno a me caro, ma senza volerlo veramente, e ad oggi mi sento in colpa di averlo pensato, specialmente se un mio caro viene a mancare sento L ansia che mi sale è un senso di colpa come se avessi mandato io una maledizione...per questo mi sto logorando il cervello per questi sensi di colpa, tutto ciò che ho intorno famigliari amici sono la vita per me è non desidererei mai la loro morte ma la mia testa me lo fa ripetere come una compulsione come se decidesse lei di farmelo pensare.
Help me

[#1]  
Dr.ssa Arcangela Annarita  Savino

20% attività
20% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
SAMMICHELE DI BARI (BA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2017
In psicologia il pensiero di morte è legato a molti aspetti del sé e della qualità della vita che si sta conducendo.
È importante focalizzare e comprendere quali siano gli aspetti negati, insoddisfatti e incompiuti che creano ansia e sofferenza.

La psiche ha bisogno quanto il corpo di essere valutato nel suo sviluppo e guidato al miglioramento.

Resto a disposizione per eventuali approfondimenti.


Cordialmente, dott. ssa ARCANGELA ANNARITA SAVINO
Dr.ssa Arcangelaannarita Savino