Utente 371XXX
Salve... son stata fidanzata per 5 anni... ma un mese fa l'ho lasciato definitivamente.

vi spiego... nel 2016, io ho avuto una brutta depressione, con attacchi di panico e ansia... son entrata in psicoterapia e ne son uscita nel 2017.

nel 2016 lui, frequentava una mia amica alle mie spalle... l'ha fatto per mesi.

io intuito il tradimento, da alcune foto ritagliate da questa mia ex amica, su facebook... dove avevo riconosciuto il braccio del mio ex.

lui però ha sempre negato tutto, nonostante lei scrivesse sui social che ero cornuta etc.

mi son tenuta il dubbio fino al 2019... in questi anni siamo stati bene, ma io mi sentivo logorare dentro... sentivo una grandissima sofferenza.

a gennaio 2019 l'ho lasciato perché non mi sentivo più me stessa con lui... ho deciso poi dopo che mi mancava di riprendermelo, fino a pasqua.

l'ho lasciato per un mese... nel frattempo presa dai dubbi, ho chiamato quella mia ex amica... che mi ha raccontato che avevano una relazione segreta alle mie spalle, che uscivano presi per mano... che lui dopo che andava via da casa mia... andava da lei, restando a dormire a casa sua.

a maggio sono uscita con un altro ragazzo, perché nonostante il mio ex negasse ciò che ha detto la mia ex amica... pensavo di non provare più nulla per lui.

fatto sta che dopo che sono uscita due volte con questo ragazzo nuovo, ho deciso di dare un'altra possibilità al mio ex... nonostante io avessi ancora i dubbi che man mano si facevano certezza, aspettavo solo la confessione da parte del mio ex.

ci sono ritornata insieme fino al mese scorso... quando divorata proprio da ogni dubbio e convinta di non provare più nulla.

l'ho lasciato definitivamente.

nel frattempo per distrarmi ho iniziato a sentire altri ragazzi... sto uscendo con un altro, ma il mio ex continua a cercarmi... in ogni modo mi colpisce sui miei punti deboli per farmi tornare.

5 notti fa è arrivata la confessione del mio ex.

mi ha confessato che tutto ciò che mi aveva raccontato la mia ex amica era vero.

che mi ha tradita con lei per mesi.

mi son fatta raccontare tutto, come lo facevano, dove, se ha provato qualcosa.

lui mi ha detto che era soltanto un qualcosa di fisico, visto che io quel periodo non ero molto presente visto che ero in depressione, ma che mentre lo facevano pensava a me.

ho pianto tantissimo.

mi son sentita umiliata come donna, non abbastanza per lui... ferita nell'orgoglio... e mi chiedo perché proprio lei?

avrei preferito che mi avesse tradita con un'estranea.

ma anche che me l'avesse confessato nel 2016.

invece mi ha fatta restare con i dubbi, senza la possibilità di scegliere se restarci insieme o no.

ad oggi non so cosa provo per lui oltre la delusione, lo schifo.

lo penso e mi manca.

lui vuole tornare con me... me lo ripete tutti i giorni.

ma io non lo so, odio i tradimenti... odio ciò che mi ha fatto, mentre stavo attraversando uno dei periodi più brutti della mia vita.
non so cosa fare

[#1]  
Dr. Michele Vecera

20% attività
16% attualità
0% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Gentilissima utente,
dopo tanto tempo e dopo aver affrontato tante difficoltà personali e relazionali, forse il suo obiettivo principale dovrebbe essere quello di fare chiarezza sulle sue emozioni e sentimenti.
Quando ha deciso di lasciarlo definitivamente sembrava che avesse chiaro di non provare più nulla ma le spiegazioni e le pressioni del suo ex hanno fatto riaffiorare dei dubbi.
Sarebbe opportuno capire se realmente prova ancora qualcosa nei suoi confronti oppure se magari non stia cercando di far fronte a qualche bisogno inconscio, come ad esempio qualche senso di colpa relativo al periodo di depressione o altro che al momento è difficile individuare. Ci tengo a sottolineare che per eventuali sensi di colpa non mi riferisco a reali mancanze, ma a pensieri inconsci che potrebbero condizionare le nostre azioni e credenze.
Il supporto di un professionista in una fase così delicata potrebbe essere di molto aiuto per fare maggior chiarezza.
Le auguro di risolvere al più presto e al meglio la situazione e resto dosponibile per ulteriori chiarimenti.
Un cordiale saluto.
Michele Vecera Psicologo - Psicoterapeuta, Cagliari
Dr. Michele Vecera
Psicologo - Psicoterapeuta, Cagliari