Utente 416XXX
Buongiorno dottori, scrivo qui dentro per informarvi di quella che è la mia situazione.
Ho 23 anni e da qualche mese soffro di disfunzione erettile.
Tutto ciò mi sta causando non poche ansie e malumori perché sono fidanzato e innanoratissimo della mia donna da sei mesi.
Ho fatto delle analisi dal mio andrologo di tsh, testosterone, prolattina e ft4, risultando tutto nella norma.
Mi sono affidato alle cure di una sessuologa sotto consiglio del mio stesso andrologo con risultati tra alti e bassi.
Premetto che non ho mai raggiunto l'orgasmo con la masturbazione ma sempre erezioni fortissime e durature.
Inoltre fino all'estate scorsa mi bastava vedere una mezza scollatura o approcciarmi in maniera un po' più intima alla mia ragazza per avere erezioni fortissime.


Inoltre, non raggiungendo l'orgasmo con la masturbazione eiaculo attraverso polluzioni notturne.
Ed anche qui noto un cambiamento: prima le polluzioni notturne erano accompagnate da sogni erotici perenni mentre da un paio di mesi le polluzioni notturne avvengono senza sognare nulla, il che coincide con un calo netto della libido.


Non ho più desiderio sessuale, non ho stimoli di alcun genere e anche la masturbazione sta diventando sempre più complicata.
Mentre mi tocco non sento nulla, non godo, anche quando l'erezione arriva.


Questo mi intristisce perché anche quando sono con la mia ragazza sto notando un peggioramento nella mia sfera sessuale.
Sto spendendo tanti soldi tra andrologo e sessuologa ma al momento non vedo via di uscita.


Se ripenso a come ero fino a qualche mese fa, a quanto poco bastasse per avere erezioni dure e longeve, e come sono oggi non riesco a darmi una spiegazione.


Secondo voi a cosa può essere dovuto tutto ciò?
Cosa posso fare per tornare di nuovo quello di prima?
E soprattutto, è possibile davvero guarire dalla disfunzione erettile?
Sono molto giù di morale purtroppo, mi affido a voi!

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

premesso che di persona è meglio che online,
ha verificato che la sessuologa sia:
- anche Psicoterapeuta, cioè abiliata a "curare"?
- che sia "Sessuologa clinica" avendo frequentato un perfezionamento quadriennale? Lo potrà verificare in FISSonline.it, ALBO.

Ci faccia sapere.

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2] dopo  
Utente 416XXX

Gentile dottoressa buongiorno, la mia dottoressa non l'ho trovata nell'albo da lei citato ma è specializzata in psicoterapia e sessuologica clinica, fa parte dell'AISC e nel Lazio è considerata tra le migliori se non la migliore nel suo settore.

[#3]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

rileggendo i Suoi consulti mi accorgo che è dal 2017 che scrive a noi per questi problemi.
Sicuramente è in buone mani (andrologo e sessuologa), alle quali non intendiamo sostituirci.
Le è stato accennato allo "spectatoring"?

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/