Utente 583XXX
Buonasera, volevo un parere esperto su una mia tendenza sessuale particolare.
Premetto che sono un ragazzo di 21 anni, attivo sessualmente fin dai 12 anni e senza mai problemi a riguardo.
Ho avuto varie relazioni e tante scappatelle, tutte con la massima serenità.
Ultimamente sono fidanzato da quasi 2 anni e da circa metà rapporto mi sono iniziato a rendere conto che con la mia attuale fidanzata con cui ho un bel rapporto ho il desiderio di essere sottomesso.
Sono un ragazzo molto dominante nella vita, sono sempre piaciuto alle ragazze, sempre andato bene a scuola e all’università ed ero anche un atleta agonistico.
A me questa tendenza non crea nessun problema poiché non mi disturba affatto, la vivo con tranquillità poiché ho anche piacere a vivere una vita sessuale normale.
Semplicemente mi eccita molto l’idea di poter ubbidire alla mia padrona, di poterle baciare i piedi e di coccolarla, di poter dipendere da lei e stare ai suoi ordini nella vita.
Per il resto nella sono felice, l’università va bene e la mia vita potrebbe essere perfetta.
L’unico problema è che anche se da mesi ne cerco di parlare con la mia ragazza, lei non accetta questa cosa e si dispiace molto, la vede come una cosa sbagliata che secondo me la disturba molto.
Io specifico ancora una volta che non credo si tratti di una parafilia poiché io sono completamente capace di eccitarmi facendo l’amore o altre pratiche sessuali definite tradizionali, semplicemente ho una forte tensione sessuale verso un rapporto di questo tipo.
Gradirei molto un vostro parere a riguardo.

Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

anche se fosse, le parafilie NON sono disturbi,
solo quando diventano "disturbo parafilico" lo sono (DSM 5).

Mi sembra di capire che "fasi di dominio" farebbero parte di un insieme di pratiche sessuali,
tra le quali esse non sono esclusive.

Il problema appare in quanto ciò non è bene accetto dalla Sua ragazza.
Due riflessioni al riguardo:
- i "gusti" sessuali non sono immutabil, nè per la Sua ragazza nè per Lei;
- non sono accettabili pratiche sessuali che non siano gradite all'altra/o.

E dunque può iniziare tra Voi un percorso evolutivo per entrambi, allo scopo di modificare posizioni fisse o rigide.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2] dopo  
Utente 583XXX

Assolutamente si, apprezzo anche le cose tradizionali durante le pratiche sessuali. Semplicemente è come se cercassi una relazione nel privato poiché nella vita tendo sempre ad essere dominante e c’è questo dualismo in me. Quindi avrei proprio piacere immenso nel vedere la mia ragazza che comanda un po’ nella vita di tutti i giorni tra me e lei in privato sia chiaro, ma purtroppo questa cosa sembra che non le piaccia proprio e ne sono molto dispiaciuto poiché a me piace tantissimo e anche parlandone sembra solo che lei si dispiaccia e che lo veda come una cosa innaturale.
Grazie ancora per l’attenzione, cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Provi a farle leggere questo Consulto.

Tuttavia tenga conto che l'attività sessuale ha a che fare con tali e tante dimensioni della persona quali:
- stereotipi,
- pregiudizi,
- condizionamenti educativi,
- paure e timori,
- l'età della donna ancora prematura per le sperimentazioni,
- il carattere,
- ecc.
Sono dimensioni personali che non è sempre facile modificare,
e che non rendono possiblle percepire l'aspetto ludico di proposte come la Sua.
Al riguardo potreste leggere insieme:
"Trasgredire insieme rafforza la coppia". https://www.medicitalia.it/news/psicologia/4719-trasgredire-insieme-rafforza-la-coppia.html .

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#4] dopo  
Utente 583XXX

Sono assolutamente convinto che i punti che lei ha elencato incidano decisamente. La cosa su cui però principalmente volevo chiederle un consiglio è che io ho proprio piacere all’idea di una sottomissione sessuale nei suoi confronti, che include tutta una serie di pratiche tra cui anche il controllo dell’orgasmo e la sua negazione anche a lungo termine. Per me queste sono cose stimolanti e divertenti e mi è molto dispiaciuto che dalla mia ragazza siano invece giudicate non sane . Come si possono risolvere tali divergenze? C’è un vero sentimento tra noi, io mi eccito molto con queste cose e non vedo il perché dovrei rinunciarci quando non fanno male a nessuno ed allo stesso modo mi chiedo come possano dar fastidio ad una ragazza se sa che il fidanzato si eccita molto con tali pratiche. La ringrazio se può focalizzarsi su questa ultima dinamica specifica.
Cordiali Saluti

[#5]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Accade quando le dimensioni personali (quelle dell'elenco e altre ancora) entrano in conflitto con quelle di coppia,
in particolare con i desideri dell'altro.

Se la coppia è solida e diverge solo su questo,
alcuni incontri di coppia con una Psy Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologia clinica potrebbero ri-mettere in movimento la situazione (FISSonline - ALBO).
Che ne pensa/te?

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#6] dopo  
Utente 583XXX

Penso che una terapia di coppia per ora sia forse un po’ precoce. Con grande onestà le dico inoltre che credo sia quasi impossibile trovare una coppia che diverge solo su questo. In ambito sessuale sicuramente è l’unica divergenza e il resto è sempre stato un rapporto molto attivo e felice a letto.

[#7]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Valuterete dunque con l'andare del tempo.

Saluti cari.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#8] dopo  
Utente 583XXX

Volevo solo essere rassicurato sul fatto che avere desiderio di sottomissione nell’intimità con la partner e volerle baciare i piedi in segno di erotico desiderio non sia qualcosa per cui farsi curare. Inoltre volevo chiederle da cosa deriva questo desiderio e se secondo lei il mio essere dominante nella vita di tutti i giorni (sempre stato di successo nella mia vita) possa avere influito nel volermi abbandonare ad una sottomissione totale in privato.
Cordiali saluti.

[#9]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
"...volerle baciare i piedi in segno di erotico desiderio non sia qualcosa per cui farsi curare.."
Nessun bisogno di cura.

Sulle cause, e in particolare sui pensieri che fa Lei al proposito, occorre un approfondimento di persona,
La Sua ipotesi può andare,
ma assieme ad altre 10 (000).
Non ci pensi troppo,
le fantasie sessuali che diventano comportamenti ludici, non abbisognano di essere "sezionate",
morirebbero.

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/