Utente
Salve,mi chiamo Massimo.Scrivo per avere un consulto ed un consiglio da un medico specializzato in psicologia.Ho 23 anni e ho molti problemi psicologici.Partiamo dall insicurezza cronica e scarsa autostima,che comportano poi una serie di innumerevoli problemi:non mi piaccio a livello estetico,non mi sono mai piaciuto e ho sempre sofferto di questa cosa per il fatto che sono convinto che siamo arrivati ad un punto dove tutto gira sull estetica...e per ovviare a questo mio problema,non faccio altro che curarmi in maniera maniacale,specie i capelli che porto abbastanza lunghi.per non parlare poi degli specchi....non c è specchio al quale io nn vada a riflettermi...una mania che sento che piu' passano i giorni e piu' diventa un ossessione.non parliamo poi del rapporto con le ragazze:sono timidissimo,quasi schivo con loro,non riesco ad approcciare perchè penso che nessuna ragazza possa innamorarsi di me,dato che ci sono milioni di ragazzi molto molto piu' belli di me.l unico periodo della mia vita in cui avevo,apparentemente,superato questi problemi è stato quando sono stato fidanzato:la mia storia è finita a settembre scorso dopo 3 anni e mezzo,durante i quali la mia ex m aveva recuperato moltissimo a livello psicologico,facendomi sentire bello,amato,importante.ma con la fine del nostro rapporto,voluta da lei ma per mie colpe,sono ricaduto nel baratro piu' totale e,nonostante in un anno ho fatto dei cambiamenti incredibili(in meglio)quali rino-settoplastica,perdita di 12 kg(da 82 a 71,sono alto 1.79) e taglio drastico di capelli(prima li portavo lunghissimi e devo dire ke davvero mi stavano male)...mi ritrovo sempre nella stessa situazione:sofferenza piu' totale,paura di restare solo,incapacita' di stabilire un qualsiasi approccio con una ragazza che mi piace....e in + vivo nell ombra della mia ex,vivo nella speranza che torni sui suoi passi,nonostante lei si sia felicemente rifidanzata....e anche questa credo sia una fobia,perchè non riesco a capire se davvero l amo ancora o se è solo una fobia per il fatto che,nella mia mente malata,sono convinto che io possa piacere soltanto a lei...fatto sta che troppo spesso ho ricadute,crisi di pianto e tristezza per il fatto di averla persa.l unico posto in cui riesco ad avere approcci con le ragazze è quando vado in vacanza,e non ho problemi a "conquistare"...lì per lì ho un impennata di autostima,ma dura ben poco perchè,appena mi ritrovo nel mio ambiente,ricado nella tristezza piu' assoluta e nelle mie convinzioni che io non avro' mai piu' una fidanzata e paranoie varie.Con mia madre ho un ottimo rapporto e lei sa di questi problemi,e le ho detto che voglio andare dallo psicologo e anche lei trova che sia decisamente il caso piu' opportuno.chiedo a voi medici esperti in materia,da cosa possa dipendere tutta questa serie di problemi con i quali sono costretto a convivere e soprattutto se devo rivolgermi ad uno psicologo qualsiasi o se c è un ramo ben specifico per questa serie di problemi:ho paura che il tutto possa degenerare,col tempo,in depressione.ringrazio anticipatamente per le risposte!MASSIMO ps Nonostante io nn mi piaccio,mi rendo conto di non essere oggettivamente affatto brutto...infatti con la maggior parte dei ragazzi non mi cambierei proprio nulla....non riesco a capire se il mio nn piacermi è reale o se è soltanto paura di non piacere alle ragazze,l unica cosa certa è che ho qualche problema e credo davvero di aver bisogno di un valido aiuto.grazie ancora per la pazienza

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

premesso che non ci sono medici specializzati in psicologia, ma medici psichiatri, medici psicoterapeuti e psicologi, mi pare di capire che la sua situazione è piuttosto complessa e con alti e bassi d'umore con alterazioni specifiche della sua valutazione personale di se stesso e degli eventi.
E' necessario che si rivolga ad uno psichiatra/psicoterapeuta che possa aiutarla a ridurre le manifestazioni di oscillazioni di umore e allo stesso tempo le possa dare la possibilità di gestire tali alternanze.

Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2]  
Dr. Silvio Presta

28% attività
0% attualità
4% socialità
FOLLONICA (GR)
SERRAVALLE PISTOIESE (PT)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Caro utente,
il suo caso è troppo complesso per essere adeguatamente analizzato in questa sede. Posso dirle che emergono elementi dismorfofobici e dello spettro bipolare, ma non chieda altro. E' necessario che si rivolga ad un clinico competente: a L'Aquila, provi con il Prof. Alessandro Rossi, o, a Pescara, con la dr.ssa Sabrina Di vaio, esperta in dismorfofobia.
Cari saluti
Silvio Presta

www.silvio-presta-psichiatra.tk
Silvio Presta

[#3] dopo  
Utente
Gentilissimi Dottori,
Vi ringrazio per le vostre risposte soddisfacenti.In particolar modo,devo dire al Dottor Presta che ho studiato su internet le caratteristiche della dismorfofobia e dello spettro bipolare...e devo dire,purtroppo,che mi rispecchio in entrambi(ma non ho mai pensato al suicidio però),specie nel primo.ho iniziato le sedute con lo psicologo...nel caso in cui non dovessi vedere risultati soddisfacenti,non esitero' a contattare uno dei due Dottori che Lei mi ha gentilmente consigliato.Grazie ancora...Massimo

[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

un solo indirizzo diagnostico e' bastato per farle cercare cose di cui non si deve occupare.
Le diagnosi sono limitate ai medici e non ad altri.
In ogni caso ritengo per il suo caso piu' opportuno uno psichiatra piuttosto che uno psicologo in quanto sono presenti alcune caratteristiche di competenza strettamente psichiatrica.


Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

un solo indirizzo diagnostico e' bastato per farle cercare cose di cui non si deve occupare.
Le diagnosi sono limitate ai medici e non ad altri.
In ogni caso ritengo per il suo caso piu' opportuno uno psichiatra piuttosto che uno psicologo in quanto sono presenti alcune caratteristiche di competenza strettamente psichiatrica.


Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#6] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr Saverio,
La ringrazio per il suo ulteriore consiglio.Per quanto riguarda il fatto che ho cercato su internet il significato dell indirizzo diagnostico riportato dal Dr Presta,non pensavo fosse controindicato.Sono a conoscenza del fatto che le diagnosi sono limitate ai medici,ma trattandosi di un problema che mi riguarda,volevo capirne il significato!L unica cosa che ora cambia,è che sono a conoscenza del significato di una nuova parola...perchè quei problemi sapevo gia' di averli e,essendo io molto appassionato di psicologia,avevo capito che i miei problemi sono abbastanza seri e di stampo psicologico.Questo per dire che non mi lascio influenzare da ciò che ho letto su internet,anche perchè sono cose che ho gia' detto allo psicologo...e non credo si tratti di segreti che io non posso sapere,dal momento che sono sfumature,seppure negative,della mia personalita' e del mio carattere!La ringrazio ancora per l interesse mostrato.Massimo

[#7]  
Dr. Silvio Presta

28% attività
0% attualità
4% socialità
FOLLONICA (GR)
SERRAVALLE PISTOIESE (PT)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
La cultura non fa mai male, anche se certamente la diagnosi e la terapia devono essere realizzate dal medico. Perciò nessuna controindicazione. E' proprio la scarsa conoscenza di questi disturbi, la 'ignoranza' nel senso latino del termine, l'atteggiamento un pò presupponente del tipo 'robba mia vientene con me' di verghiana memoria di alcuni medici, che determina ancora oggi gravissimi ritardi nella diagnosi e nella terapia, e che inganna il paziente quando questi incontra, ancora oggi troppo spesso, psichiatri e psicologi incompetenti ed impreparati. E' bene che lei si occupi di ciò che la riguarda.
Silvio Presta

www.silvio-presta-psichiatra.tk
Silvio Presta

[#8]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
In ogni caso e' preferibile che si faccia visitare da uno psichiatra, come suggerisce il collega Presta preparato e consapevole, e soprattutto controlli che sia davvero uno psichiatra, in quanto sono venuto a conoscenza che spesso alcune persone si spacciano per cio' che non sono (medici per psichiatra, psicologi per psicoterapeuti, assistenti sociali per psicologi)....

Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72