Utente
salve dottore, Sono una ragazza di 19 anni, e sto avendo dei problemi con me stessa...per dei problemi familiari mi sono dovuta trasferire dal mio ragazzo...all inizio andava tutto bene...Poi ad un certo punto ho visto lui molto distaccato è indifferente verso di me, veniva da lavoro e stava sempre con il telefono in mano o a guardare il televisore non ricevo più una carezza un bacio, insomma tutte le attenzioni che prima mi dava...Sono io a cercargli un bacio e ogni talvolta sembra che lo fa x accontentarmi e questo sta durando per circa un mese...Ho provato a parlargli ma non ho delle risposte e si arrabbia solamente e dice che sono pesante...Ogni notte piango, 1 anno fa è venuta a mancare mia nonna che x me era mia mamma, forse prima avevo più distrazioni e non ci pensavo molto ma stando in questa situazione ora è non avendo distrazioni ci penso molto e mi manca da morire sempre di più, non mi sto volendo più bene mi vedo brutta, e sto buttando tutte le colpe sulla mia persona, la notte non riesco a dormire più di un ora perché mi sveglio sempre con il pessimo umore e penso anche cose brutte tipo se magari me ne andassi lontano vicino la mia nonna che nn c’è più sto bene e non sto più così...io mi sento depressa...vi o scritto perché Voglio un vostro consiglio.
Perche non sono più quella ragazza di una volta sempre con il sorriso scherzosa e gioiosa, ma sono spenta completamente.

[#1]  
Dr. Antonella Mauri

20% attività
16% attualità
8% socialità
TRIESTE (TS)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Buongiorno
Dalla sua lettera si intuisce una profonda tristezza.
Credo che la disperazione sia aumentata dopo la convivenza perché aveva riposto nel suo ragazzo troppe aspettative.
Purtroppo non credo che nessuno possa risolvere le sue malinconie perché hanno un’origine abbastanza profonda.
I lutti e le separazioni ci toccano aree molto sensibili e fanno riemergere vecchie problematiche precedentemente accantonate.
Temo che il suo ragazzo non abbia gli strumenti per farsi carico del suo dolore e dei suoi bisogni e potrebbe anche esserne spaventato.
Sicuramente preferiva la ragazza solare e spensierata.
So troppo poco della sua storia, ma le suggerisco di chiedere aiuto ad un professionista vicino a lei che la possa accompagnare in un percorso di esplorazione delle sue aree buie.
Sono sicura che un sostegno le permetterà di guardare al futuro con un po’ più di luce.
Un cordiale saluto
Antonella Mauri
dr antonella mauri
Psicologa psicoterapeuta
Child Psychoanalytic Psychotherapist
Mod. Tavistock