Utente
Salve, sono una ragazza giovane che frequenta da pochi mesi un ragazzo.

Questo ragazzo era pazzo di me, ogni volta che mi vedeva impazziva e passavamo ogni giorno insieme.
Affiatati come non mai anche prima e durante la quarantena.

Da una settimana mi ha lasciato, ed è cambiato dal giorno alla notte, dicendo di non amarmi piú e di non sapere perchè, ma di volermi ancora nella sua vita.
I primi giorni siamo rimasti amici, ma ad una certa svuoto il sacco e dico che mi servirà tempo per rifletterci, e che lo amo ancora.

Lui mi rifiuta, ma dopo qualche giorno mi dice che quello che ha provato con me lo faceva sentire vivo, e che non sa perchè in questo momento è diventato apatico, perchè a me ci tiene.
Dice pure che non dorme mai... E che sta avendo crisi isteriche da quando ci siamo lasciati.

Lui era quello a tenerci piú di tutti a me, ma dal giorno alla notte si è spento, dicendo che non trova felicità in nulla... Premetto che in passato soffriva di problemi legati allo stress e alla depressione...
Ora mi chiedo... È un periodo o davvero è diventato apatico verso la persona con la quale ha fatto un sacco di esperienze?

Io gli ho detto di pensare, di prendersi tempo perchè non sta bene... E dopodichè gli ho detto di chiamarmi appena aveva capito cosa gli causava questa apatia e questa perdita di sentimento... Sono giovane, ma io non so come comprenderlo visto che dice di non amarmi ma poi dice che con me era felice...

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

ci scrive che lui
"dice di non amarmi
ma poi dice che con me era felice...",
consideri che questa frase contiene DUE tempi verbali differenti:
il passato
il presente.
E dunque nessuna contraddizione.

Chissà cosa gli - e Vi - sta succedendo.

Se si trattassa unicamente di una questione che riguarda i Vostri sentimenti, si potrebbe pensare che lui stia vivendo il passaggio dall'innamoramento all'amore,
fase che comporta delusione e spesso incapacità di comprendere; d'altra parte tenga conto che accadono dei veri e propri mutamenti nel cervello stesso:
https://www.medicitalia.it/news/psicologia/5734-innamorato-cervello-illumina.html .

Ma Lei ipotizza che lui "non stia bne".
E anche questo è pluasibile;
quando si è a disagio con sè, anche la percezione dei sentimenti si modifica o diventa silenziosa.

Se Lei riesce, metta un periodo di pausa nella Sua mente:
a causa del COVID-19 stiamo vivendo tanti e tali sconvolgimenti nella vita quotidiana che non sempre si riesce a far fronte in modo equilibrato ai numerosissimi stimoli a cui adattarsi. E dunque suggerisco di pensare che, per molte persone, alla dimensione di disagio personale e individuale possa sovrapporsi una dimensione più generale, esistenziale forse.
Chissà se tali considerazioni valgono anche per la Vostra storia.
D'altra parte online non si fanno diagnosi..

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per il suo consiglio. Metteró in pausa la situazione, visto che ho confermato che lui sta davvero male e la notte non dorme neanche.

[#3]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Le auguro giorni più sereni. per quanto possibile.

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/