Attivo dal 2020 al 2020
Buonasera,
Da circa 1 settimana ho pensieri che mi martellano.
Sono fidanzata da 1 anno e mezzo con una persona che amo davvero.

Ho iniziato improvvisamente ad avere dubbi e di potermi essere presa una "cotta" per un'altra persona, che conosco a malapenae a malapena a volte ci scambio due chiacchiere.
Ho paura di tradirlo, nella mia mente vedo immagini che non vorrei vedere e provo terrore.
Mi rendo conto che è impossibile, perchè prima di questi pensieri non provavo attrazione per nessuno e so di amare veramente il mio partner, ma non capisco come siano nate queste paure.
E sembrano tutte reali.
Se incontro questa persona, mi inizio a sentire in colpa e sto molto peggio perchè penso "e se mi piacesse?
" Tutto ciò è assurdo, perchè non mi attrae nemmeno fisicamente, ma nel contempo anche così reale. A cui si aggiunge il stare male perchè non vorrei pensarle mai certe cose.

Ve ne sarei lieta se riusciste a spiegarmi ciò che mi sta succedendo.
In attesa di un vostro gentile riscontro, vi ringrazio e vi auguro buona serata.

[#1]  
Dr.ssa Angela Pileci

56% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Gentile ragazza,

ogni giorno nella nostra mente ci sono moltissimi pensieri, alcuni razionali e di cui abbiamo consapevolezza, altri meno razionali, altri possono sembrarci strani, ma sono dei pensieri (e NON dei fatti!).

Ora, l'aver pensato ad un ragazzo e aver magari immaginato di tradire il proprio ragazzo NON è altro che un pensiero (e NON un fatto).

Ma se una persona (come sembri essere tu) è ansiosa, allora questo pensiero diventa pesante, ingombrante e colpevolizzante, tant' è che scrivi: "A cui si aggiunge il stare male perchè non vorrei pensarle mai certe cose. "

Tu vorresti non pensare certe cose, ma il nostro cervello non funziona a comando, nel senso che il flusso dei pensieri non lo blocchiamo molto facilmente e soprattutto se tu pensi una cosa, non è detto che quella immagine abbia un significato o che debba realizzarsi.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2] dopo  
Attivo dal 2020 al 2020
Grazie dottoressa per la sua risposta.
Volevo farle un'altra domanda.
Da come le ho parlato, può essere un segno che non amo più il mio ragazzo?
Oppure è semplicemente la mia ansia?
Perchè non riesco a distinguere la realtà dalla paura che diventa reale.