Utente
Buonasera, mi chiamo Telemaco e ho 20 anni.
Quattro anni fa feci amicizia con un ragazzo, oggi ha 16 anni siamo migliori amici, non dico eravamo, dato che l'amicizia tra me e lui non è mai finita e spero mai finirà.
Abbiamo sempre passato la maggior parte del tempo insieme, mille momenti di spensieratezza, divertimento, gioie, paure... Un anno fa, un suo comportamento mi fece pensare e dal quel momento la mia vita psicologica cambiò.
E' nostro solito fare "la guerra" un modo affettivo di esprimere la nostra amicizia, ovviamente non ci picchiamo veramente!
...Alla fine lui di scatto, mi baciò, non ci dimmo nulla, successe e basta, oltretutto nessuno dei due aveva più parlato di quell'avvenimento.

E' un ragazzo molto dolce, sensibile e intelligente, ci capiamo su tutto.
Dopo l'ultimo avvenimento successe che rimasi a casa sua per più di 3 mesi.
E' stata una situazione complicata per me convivere con sua madre, la scuola, ma era talmente forte il legame fra noi che volevamo non finisse più... Una volta volevo andare a casa dato che era sera ed anche mia madre voleva che tornassi, ma lui trovava sempre un qualcosa per dire: rimani, ci divertiamo, "mia madre non c'è stasera"... e cosi io accettavo e mandavo all'aria qualsiasi altro progetto.
C'erano sere che guardavamo Netflix fino a tardi, insieme nel letto della sua camera, poi finivamo per addormentarci abbracciati tra carezze e massaggi sulla schiena.
Cercava sempre qualcosa per provocarmi, molto attivo come ragazzo e a me questo fa impazzire, il modo in cui si comporta i suoi atteggiamenti, i suoi sguardi.
Quasi sempre la sera prima di dormire si masturbava davanti a me senza porsi alcun problema.
Io in quei momenti riflettevo e pensavo: Sto scoprendo quello che sapevo da sempre ma che non avevo mai vissuto.
La situazione è andata avanti per mesi, lui addirittura una notte si è messo sopra di me e mi ha baciato.
Una volta ci siamo ritrovati a guardarci aprendo contemporaneamente gli occhi, nella penombra.
Tutto è sempre avvenuto senza che dicessimo nulla di quanto stava accadendo, come un treno che passa sotto terra.
Fino a quando preso dalle mie mille paranoie non ho deciso di dirgli che avrei potuto avere tendenze omo, lui mi chiese "perche" e io gli risposi "perche è cosi" (non avevo il coraggio di dirgli che lo amavo).
La sera successiva mi arriva un suo messaggio dove diceva che non è interessato, "sei solo un amico" (secondo me condizionato dai suoi amici ai quali mi ha confessato di aver detto della mia omosess.
) Il giorno successivo mi chiama in lacrime disperato nel frattempo stava venendo a casa mia.
(mi ha chiamato per scusarsi inconsciamente con me?) (o sul fatto di avermi detto una bugia riguardo al suo non interesse nei miei confronti?) E' un ragazzo speciale, voglio solo che trovi la sua via, il suo vero essere.
E io lo amo veramente.
Potrebbe avere tendenze omo secondo voi?
so' che non vi ho detto molto ma rimangono solamente 6 parole.

Grazie

[#1]  
Dr.ssa Anna Potenza

28% attività
20% attualità
16% socialità
CIAMPINO (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2017
Gentile utente,
quello che non ha detto è se lei sapesse già da prima di conoscere e frequentare il suo amico di avere tendenze omosessuali.
Si era già innamorato di un uomo? Aveva notato una sua indifferenza verso le ragazze?
Lei fa una descrizione accurata dei comportamenti del suo amico, ma non dice nulla di sé stesso.
A me risulta strano, per esempio, che non ci scriva in quale momento ha sentito che i suoi sentimenti cambiavano e l'amicizia diventava amore, e attrazione sessuale, presumo.
Ancora più strano mi sembra il fatto che non ci parli di nessun approccio fisico o verbale da parte sua verso il suo amico. Possibile?
Cominci a valutare questi elementi e ci scriva ancora.
Sempre a disposizione.
Dr.ssa Anna Potenza (RM)

[#2] dopo  
Utente
Salve, no, non avevo tendenze, forse qualcosa ma ancora non riuscivo a capire bene, ci sono arrivato intorno ai 18 anni. Lui è un tipo che è stato anche con molte ragazze non riuscendo mai a portare a termine una relazione. Non ha mai fatto sesso con loro, dai miei occhi lo vedo come una persona bloccata per qualche ragione. Ho sentito che volevo qualcosa in più quando per la prima volta ci siamo baciati. li ho avuto una felicità che mai avevo provato prima d'ora. Di approcci ce ne sono stati, sia fisici, appunto quando di notte ci siamo baciati e nel contempo anche toccati. Approcci verbali invece mai, solo quando gli ho rivelato i miei sentimenti. Ora ci sentiamo ancora e ci vediamo ma non sento più quell'armonia che c'èra prima.

Grazie

[#3]  
Dr.ssa Anna Potenza

28% attività
20% attualità
16% socialità
CIAMPINO (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2017
Caro utente,
mi dispiace che lei senta offuscata la straordinaria vicinanza che ha vissuto un tempo col suo amico, ma immagino che questo sia un passaggio obbligato, dopo la sua dichiarazione e mentre lui riflette sui propri sentimenti.
La risposta alla sua domanda: "Potrebbe avere tendenze omo secondo voi?" la troverà aspettando con calma.
Glielo dico nella consapevolezza che la calma e la capacità di aspettare sono le ultime virtù che possano essere praticate da una persona innamorata.
Eppure, chissà.
Sono belle e generose le sue parole: "E' un ragazzo speciale, voglio solo che trovi la sua via, il suo vero essere. E io lo amo veramente".
Auguri.
Dr.ssa Anna Potenza (RM)