Attivo dal 2020 al 2020
Salve,

Ho una storia un po' particolare.
Sono stata abbandonata per strada alla nascita e trovata ed accudita da un'estranea nei miei primi mesi di vita.
Sono poi stata adottata da una famiglia disfunzionale in cui ho subito abusi verbali, emotivi, e fisici.
Mia madre adottiva sostiene di aver divorziato da mio padre adottivo perchè lui era violento nei suoi confronti, ma io ricordo che entrambi i genitori fossero violenti con me, in particolare mia madre fino ai miei 14 anni.
Ho anche vaghi ricordi di molestie sessuali da parte di entrambi i miei genitori, e da parte della mia sorellastra (molestie scoperte da mia madre adottiva che però non ha fatto niente per evitare che si ripetessero in futuro).
A 19 anni ho perso il mio migliore amico in un incidente stradale. Credevo di aver superato abbastanza bene tutti questi eventi, ma due anni fa, la rottura improvvisa con il mio ex fidanzato, ha fatto riemergere i ricordi dell'infanzia e la paura di essere rifiutata e abbandonata.
Adesso ho 30 anni, ho lavorato molto su me stessa, ma ho sempre la sensazione di non sentirmi al sicuro, nemmeno nel mio corpo.
È come se fossi sempre all'erta, in uno stato di tensione.
Sento molto stress, spesso non riesco a dormire la notte, ho l'acne da quando sono bambina.
Sono sottopeso, ho sempre fame, mangio molto, ma ho problemi a digerire qualsiasi cibo.
Inoltre, dopo la rottura del 2018 mi sono isolata parecchio, e solo recentemente mi sto riavvicinando a qualche amica.
Faccio però ancora fatica a stare nella stessa stanza con più persone per tempi prolungati.
Mi stavo chiedendo se la causa di questa "ipertensione" fosse da ricercare nella rottura con l'ex ragazzo, o se effettivamente ci siano traumi irrisolti dall'infanzia, e se l'ipnosi possa essere lo strumento più adatto per risolvere il mio problema.
Vorrei anche sapere, indicativamente, quante sedute siano necessarie.


Vi ringrazio, cordiali saluti.

[#1]  
Dr.ssa Angela Pileci

56% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
"Mi stavo chiedendo se la causa di questa "ipertensione" fosse da ricercare nella rottura con l'ex ragazzo, o se effettivamente ci siano traumi irrisolti dall'infanzia, e se l'ipnosi possa essere lo strumento più adatto per risolvere il mio problema.
Vorrei anche sapere, indicativamente, quante sedute siano necessarie."



Gentile Utente,

rispondo a partire dall'ultima domanda che pone. Non possiamo mai sapere con precisione quante sedute occorreranno; dipende dal problema, dal paziente, da eventuali impasse non prevedibili, ecc... Ma davanti ad una storia del genere, che sembra molto pesante e che forse ha lasciato qualche peso sul Suo cuore, direi che possiamo parlare di un percorso non così breve, come potremmo ipotizzare per trattare una fobia.

Detto ciò, vorrei sottolineare che eventuali traumi subiti nell'infanzia non sempre segnano irrimediabilmente la persona; talvolta dipende dalle risorse del paziente, da eventuali incontri e persone con le quali è stato percorso un pezzo del cammino, ecc...

Anche la stessa rottura col Suo ragazzo potrebbe non essere la causa dell'ansia che sente, così come potrebbe aver aperto una crisi in Lei e quindi in una eventuale terapia può avere l'opportunità di comprendere e superare le difficoltà che incontra oggi.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2] dopo  
Attivo dal 2020 al 2020
Gent.ma Dott.ssa Pileci,

La ringrazio per la Sua risposta, è stata molto gentile.

Cordiali saluti.