Utente
Buonasera, scrivo per avere un parere su un problema legato al rapporto di coppia.
Ho 36 anni, il mio compagno 45, abbiamo una relazione seria, abbiamo un dialogo fantastico, parliamo di tutto.

A volte soprattutto quando di sera a tavola beviamo un bicchiere di vino in più, oppure se accadono eventi durante la giornata che lo emozionano particolarmente, durante il sesso non ha iaculazione, volevo sapere se questo potrebbe essere legato ad altri problemi oppure se è una cosa normale.
Una volta mentre lo facevamo gli ho detto che volevo essere la sua putt...a, lui si è fermato dicendo che non mi vede in quella maniera e che mi ama veramente.
Un amore forte, anche io lo amo, ma credo che un po di volgarità non guasti, e ciò che per me è più eccitante lui pensa che questo possa offendermi.
Volevo chiedervi se l'uomo gode anche senza venire ogni volta e cosa posso fare io per tranquillizzarlo, inizialmente credevo fossi io il problema dal momento che lui ha avuto tantissime donne delle quali dice non gli importasse nulla e per questo era più tranquillo, mentre a me ci tiene e si fa prendere dall'emotività, adesso ho capito invece che è tutto un fattore di paure e ansia, cosa mi consigliate?

Grazie
S.

[#1]  
Dr.ssa Paola Scalco

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ASTI (AT)
CASTELL'ALFERO (AT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
sebbene orgasmo ed eiaculazione siano perlopiù coincidenti, si tratta in realtà di due fenomeni distinti.
In alcuni casi, l'aneiaculazione (la mancata eiaculazione esterna) si accompagna ad un'assenza di orgasmo, mentre in altri l'orgasmo è conservato.

Le cause possono essere varie, da quelle psicologiche e relazionali, all'assunzione di terapie farmacologiche (antipertensivi, antidepressivi...), all'abuso di alcol, ad una persistente infiammazione alla prostata, o ancora a patologie di tipo neurologico.

Pertanto, la prima cosa da fare, se non è ancora stato fatto, è quella di escludere problematiche di tipo organico attraverso un'accurata visita andrologica, con i dovuti approfondimenti diagnostici.
In seconda battuta, ci si potrà occupare degli aspetti psicologici e relazionali.

Cordialità.
Dr.ssa Paola Scalco, Psicologa
specialista in Psicoterapia Cognitiva e perfezionata in Sessuologia Clinica
paola.scalco@gmail.com

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottoressa la ringrazio per la risposta esaustiva .
Non fa uso di nessun medicinale, il padre qualche anno fa è stato operato alla prostata potrebbe essere una cosa ereditaria ?
Inoltre se come dice lei ci dovessero essere dei problemi la mancata iaculazione non dovrebbe esserci sempre ?
Grazie ancora.

[#3]  
Dr.ssa Paola Scalco

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ASTI (AT)
CASTELL'ALFERO (AT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
C'è una variabilità di manifestazioni che vanno dall'impotenza eiaculatoria ad ogni rapporto, ad episodi isolati, a situazioni in cui l'eiaculazione è impossibile durante il coito ma non con l'autoerotismo.

La componente ansiosa ha spesso il suo peso, così come quella relazionale, ma prima è indispensabile escludere con certezza cause mediche.

Perciò, indipendentemente dal problema che ha descritto, una valutazione andrologica all'età del suo compagno sarebbe opportuna, soprattutto se non ne ha mai effettuate.

Saluti.
Dr.ssa Paola Scalco, Psicologa
specialista in Psicoterapia Cognitiva e perfezionata in Sessuologia Clinica
paola.scalco@gmail.com