Utente
Gentilissimi, Ho 30 anni.
Esco da una storia importante di 4 anni con un ragazzo con cui convivevo, Con cui ho condiviso insieme momenti importanti della mia vita: la morte di mio padre quasi 3 anni fa e, in presenza, una crisi mia personale per cui ho iniziato una psicoterapia.
Lui, un ragazzo che ha saputo da sempre ascoltarmi.
Un ragazzo intelligente.
Non era perfetto, aveva anche lui dei difetti ma quando tornavo nella nostra casetta, nelle sue braccia, mi sentivo al sicuro, ero in paradiso.
Riusciva col calore della sua pelle a mettermi calma.
Una cosa pazzesca.
Purtroppo la storia finisce ormai quasi un anno fa perché ultimamente si era spento il sesso tra di noi, era mancata la comunicazione tra noi.
Importantissima, e cosa a cui abbiamo sempre dato importanza.
Purtroppo, forse per sentirmi giovane e desiderata, ho baciato un altro ragazzo.
L'ho tradito e ho fatto presente purtroppo questa cosa.
Se potessi tornare indietro, non la Rifarei, perché in quel momento della nostra vita è proprio andata a mancare la comunicazione, che per noi era quotidiana.
Necessaria.
Parlavamo sempre.
In quel periodo invece no.
sono uscita con 3 ragazzi dopo lui, nessuno era al suo livello.
Finché qualche settimana fa, conosco questo ragazzo un po' per caso, un ragazzo intelligente, brillante.
Un dottore, che lavora anche in pronto soccorso, quindi immagino i turni, il lavoro pesante.
Mi ha anche detto che a breve ha un concorso importante per avere una svolta nella sua carriera.
Passiamo una bella serata, stiamo insieme 6 ore a parlare del nulla, a fine serata ci scambiamo i numeri e poi mi scrive "son ben felice di averti conosciuto".
A me questo ragazzo ha incuriosito.
Solo che poi, dopo qualche giorno, si faceva sentire meno (lui dice per il concorso, per il lavoro ecc, dovevamo vederci ma poi mi ha detto che doveva lavorare).
Io capisco l'importanza di questo concorso e il lavoro.
ha a che fare con decessi.
Per l'amore del cielo.
Ma perché non mandarmi neanche un messaggio... Una stupidata?
Gli ho chiesto di vederci anche un altra volta ma aveva il turno in Ps fino a tardi.
Premetto che è il primo vero appuntamento normale con una persona interessante che ho avuto dopo il mio ex fidanzato.
Ma sono basita.
Non capisco se Sta davvero aspettando di fare il concorso per poi vederci o cosa?
Sono passati 10 giorni dal l'appuntamento.
Gli scrivo e mi risponde ma gli Devo scrivere solo io ma vi sembra normale?
Mi ha chiesto lui di vederci, l'iniziativa l'ha presa lui.
Sono veramente confusa e mi sembrano veramente cose da 12 enne quelle che dico e me ne vergogno! Ma per me le Cose sono semplici.
Se non ti piaccio abbastanza.
Basta dirlo, siamo adulti.
Non siamo bambini.
Io voglio una storia seria.
Non voglio perdere tempo.
Forse l'ho spaventato.
Chi lo sa.
Però questa cosa di dovermi far sentire io, logora il mio orgoglio.
Voglio cose chiare e limpide.
La vita è molto semplice in realtà nella sua complessità.

Ma si può che una donna corteggi un uomo?
non esiste
saluti

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile ragazza,

in questo Consulto ci racconta che con un ragazzo/uomo
"..Passiamo una bella serata,
stiamo insieme 6 ore a parlare del nulla,
a fine serata ci scambiamo i numeri
e poi mi scrive "son ben felice di averti conosciuto".

Lei, che vuole "una storia seria" lo contatta
(nei virgolettati uso parole Sue)
ma lui non altrettanto e "..dopo qualche giorno, si faceva sentire meno".

Che pensare?

Le ipotesi che si possono fare sulla base dei comportamenti altrui
- ad es. che lui non sia interessato a Lei, oppure ad una "storia seria" -
sono sempre aleatorie o con scarso fondamento.
Solo lui conosce (forse) il motivo dei propri comportamenti, e dunque potreste parlarne insieme.

Un'analisi dei *propri* comportamenti porta invece ad una maggiore consapevolezza,
compreso l'utilizzo eccessivo del verbo VOGLIO che raramente funziona quando ci sono altri attori in scena oltre noi.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/