Utente
Mi è stato detto in terapia, cosa vuol dire, che sono dissociata?
Io mi sento sempre sconnessa dal mio corpo, il problema è che sono così 24/24.
Ma come si cura una dissociazione?
Esistono dei farmaci?

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

come mai non ha pensato di rivolgere queste domande a chi ha emesso la diagnosi?
Solo lo/a Specialista che La ha incontrata di persona può essere concreto e specifico nel risponderLe.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2] dopo  
Utente
Non mi è stata data una diagnosi, semplicemente durante la seduta mi ha detto che sono frammentata

[#3]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Qualsiasi cosa Le venga detta durante una visita medica a psicologica,
se non la comprende o se non è comprensibile
Lei - come del resto ogni persona e/o paziente - ha il diritto di chiedere spiegazioni.
Un esperto esterno può unicamente aggiungere affermazioni generali
che rischiano di essere inutili o fuorvianti.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#4] dopo  
Utente
Per mia esperienza nessun psichiatra o psicoterapeuta ti rilascia la diagnosi o te la dice a voce, a me in tanti anni non è mai stata detta e ne sono completamente ignara. Probabilmente perché non gli è ben chiara, spesso mi dicono che sono borderline, però ho avuto un ex e un'amica borderline e avevano molti più problemi di me( e non si drogavano, o facevano cose impulsive...) Io stranamente ho sintomi e un malessere borderline anche pesanti( sono sempre in ansia, sempre dissociata, depressa e poi euforica nel giro di pochi minuti, e temo l'abbandono, ma a livello comportamentale faccio tutt'altro, pur avendone la sofferenza e i pensieri, la differenza è che io sono molto narcisista, ma appunto tutto ciò non porta a una diagnosi, ma solo a un comportamento più equilibrato, motivo per cui non rappresento proprio una tipica borderline, infatti io non riesco a lasciare, però mi faccio scaricare apposta rendendomi insopportabile, atteggiamento non proprio borderline, idem il mio narcisismo non oscilla e porto avanti con impegno e caparbia i miei obbiettivi, altra cosa non borderline, oltre ad avere un forte spirito di autoconservazione. Più che altro evito le persone a livello intimo, visto i problemi che mi causano, lavoro per niente difficile perché trovandomi insopportabile sono proprio gli altri ad evitarmi, il ché è proprio una strategia geniale di sopravvivenza assurda che ho appreso negli anni per vivere in pace; basta rendersi poco piacevoli per non incorrere in rapporti turbolenti fatti anche di possibili manipolazioni nei miei confronti ( purtroppo sono facilmente manipolabile) Non ricevo spiegazioni, se chiedo non ricevo risposte perché rientra nella terapia dei borderline non dire niente circa la propria condizione per motivi d'identità, o ho capito male?

[#5]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

credo di capire che Lei è in cura da uno Psichiatra
con una diagnosi di "borderline" che Lei non condivide
per il confronto che fa con altre persone con la stessa diagnosi e sintomi differenti dai Suoi.
Assume anche farmaci?

Vedo da un precedente Consulto che Lei ha già seguito una psicoterapia presso il CSM.
L'aveva aiutata?
Perchè non pensare a riprenderla
anche in considerazione della Sua futura professione di curante?

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno, non sono in cura psichiatrica, faccio solo psicoterapia. Ho ripreso le sedute che erano state interrotte per problemi personali della psicoterapeuta che mi segue. Non ho mai visto la mia diagnosi, mi è stato accennato a voce, mi hanno che non mi fa bene ricevere etichette. Non è che non mi ci vedo, i sintomi sono quelli, solo che sono molto differente dalle persone che ho conosciuto con lo stesso problema, con loro non mi paragonerei manco morta. A parte l'essere funzionante, io non sono molto impulsiva, ma abbastanza tranquilla, per lo più me ne sto per i fatti miei, e poi risulto più vanitosa, più ambiziosa e narcisista di queste persone che ho incontrato; mi hanno detto che sono anche istrionica con tratti narcisistici, che ho una sovrastruttura narcisistica che mi rende più equilibrata e non una personalità ( non so che vuol dire). Ho conosciuto anche persone con disturbi istrionico e narcisistico e non mi paragonerei nemmeno a loro, per i primi perché non sono superficiale, perché sono indipendente, perché porto avanti i miei obbiettivi da sola con successo e perché non devo per forza sedurre qualcuno, con i secondi perché non sono cattiva, ma sottolineo che solitamente chi ha un disturbo narcisistico solitamente ha anche altri disturbi e per questo sono cattivi...io ho mio papà che ha forti tratti narcisistici come me e i comportamenti sono ben diversi, infatti più simili a me, solo che lui non è dissociato, ansioso e depresso ecc. per il resto mi paragonerei più a lui o ad altre persone che ho conosciuto con solo tratti narcisistici ( intendo come similitudine di comportamenti e pensieri) Non so se dipende da questa storia della sovrastruttura narcisistica( che appunto non so che vuol dire) mi hanno detto che sono borderline e istrionica ma che ho creato con i miei tratti narcisistici questa corazza di sovrastruttura narcisistica per strutturarmi e difendermi dagli altri.

[#7] dopo  
Utente
La psicoterapeuta dice che ho tratti narcisistici e istrionici, ma che sono solo tratti, dice pure che ho tratti autistici. Sostanzialmente io passo le giornate a studiare e lavorare e fare il massimo in queste attività, oltre che nei vari hobby e interessi( ne ho tantissimi) Non assumo medicine, anche se ogni tanto mi hanno minacciata di darmi il Depakin quando sono particolarmente paranoica( da bambina per lo stesso motivo, nelle fasi paranoiche volevano darmi il serenase. Sono sintomi che ho sin da bambina e che onestamente sono molto migliorati nel tempo), perché io non sono masochista( mi hanno detto che ho un forte spirito di autoconservazione, quindi non mi taglio, non mi drogo ecc.) e sono anche molto bonacciona e in un certo senso empatica, nel mio modo... però se mi prende la paranoia, a quel punto, pur essendo bonacciona e tranquilla mi agito, mi arrabbio e medito vendetta con pensieri distruttivi e omicidi( questo è inquietante) queste tendenze paranoiche sono uno dei miei sintomi principali borderline insieme alla dissociazione marcata, di solito entro in paranoia se mi sento sminuita, non ammirata, non vista o abbandonata. Cambiano pure i miei comportamenti impulsivi, io in passato rubavo nei negozi e anche molto, però non mi sono mai tagliata, drogata, non pratico sesso promiscuo, non mi ubriaco, non corro con la macchina, ora non rubo più, però mi piacciono attività tipo nuotare con gli squali, viaggiare da sola in vari paesi, paracadutismo ecc. in più ho problemi con i soldi e spendo tantissimo( in pratica la vera impulsività si limita ai soldi) Quadro ben diverso di molti borderline che ho conosciuto. Io sono andata in terapia perché temevo di uccidere qualcuno in una fase no paranoica, magari altri borderline sono più incasinati e con difficoltà e fanno rumore, ma questo problema della paura di finire in prigione non se lo sono mai posto, io si visto che ho una carriera e sono molto pacata e tranquilla di carattere in realtà.

[#8]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Sono contenta che Lei abbia una Psicoterapeuta che La segue di persona.
E' la professionista adatta a rispondere ai Suoi interrogativi,
proprio perchè La conosce da tempo e sa come e dove collocare tali dubbi.
Molto più di noi che possediamo unicamente poche frasi che parlano di Lei.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#9] dopo  
Utente
Si, però io non ho una diagnosi di disturbo borderline. Non ho proprio nessuna diagnosi, o almeno non me la fanno vedere. Boh. Non ho uno psichiatra che mi segue al csm, solo la psicologa. Onestamente non so quale sia il problema, la psicologa insiste che il mio lavorare e studiare con prestazioni sopra la media sia patologico. Lei dice che non crede al fatto che io non abbia amici... onestamente non riesco a vedere come un problema fare 1000 attività egregiamente. Mistero. Comunque non ho nemmeno la diagnosi di disturbo bipolare, ergo non so nulla.

[#10]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
"..ergo non so nulla..."

Ma in questo senso noi qui non siamo in grado di aiutarLa, purtroppo.
Diagnosi online non se ne fanno.

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#11] dopo  
Utente
Neanche dal vivo te le fanno...