Utente
Buongiorno, sono una ragazza di 22 anni, ho un problema con il mio fidanzato.
Stiamo insieme da appena due mesi e mezzo, lui è più piccolo di me, ha 18 anni.
All’inizio della nostra relazione ci siamo promessi di non impedirci nulla a vicenda, lui sembrava molto convinto di questa cosa, ma dopo poco tempo sono iniziati i primi segnali di gelosia.
Non posso vestirmi come voglio, se metto una maglia un po’ scollata o una gonna che secondo lui è troppo corta, litighiamo pesantemente perché dice che non ho rispetto di lui, ha provato anche a umiliarmi davanti alla sua famiglia dicendomi frasi come fai schifo mi vergogno che figure mi fai fare, assolutamente non coerenti con il mio abbigliamento, non mi sono mai vestita in modo esagerato, queste frasi per una semplice scollatura.
Poi oltre questo non posso uscire con i miei amici di una vita.
Premetto che io e lui ci vediamo tutti i giorni, le uniche occasioni in cui non ci vediamo sono quando lui è a casa di suo padre in un’altra città (i suoi genitori sono separati) oppure quando non ci troviamo con gli orari del lavoro.
Quando lui è al lavoro oppure da suo padre io vorrei uscire con i miei amici, ma lui non vuole, dice che se gli da fastidio devo portare rispetto e che se lo faccio lo stesso è perché non ci tengo abbastanza, se no rinuncerei senza problemi.
Posso uscire solo con la mia migliore amica a patto che non ci siano altre persone e che vada nei posti che vanno bene a lui.
Tutto questo a 22 anni e dopo soli due mesi insieme per me è assurdo.
Da una parte ci tengo e non voglio lasciarlo, dall’altra sento come se mi stessi annullando.
Lui esce molto di rado con i suoi amici, é capitato qualche volta quando io ero al lavoro, ma la maggior parte del tempo sta con me.
Io gli ho detto mille volte di uscire con i suoi amici ogni tanto, che a 18 anni non può chiudersi in questo modo, ma non mi ascolta e pretende da me lo stesso comportamento.
Sto male, non riesco a gestire questa situazione, se cerco di ignorare i suoi atteggiamenti ed esco comunque mi minaccia di lasciarmi e mi fa sentire sbagliata, in colpa, dicendo che se fossi realmente innamorata rinuncerei senza problemi, è come se dovessi sempre dimostrargli qualcosa, come se mi mettesse sempre alla prova.
Grazie per l’attenzione.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Come donna deve essere libera di esprimersi come vuole.

Le relazioni tossiche devono essere trovate sul nascere soprattutto per evitare che questo soggetto possa prendere il sopravvento su di lei.


Dr: F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139