Utente
Ciao a tutti, è da un anno che penso di iniziare un percorso con uno specialista in modo tale da poter rispondere a molte domande irrisolte, penso che il momento ora sia arrivato però prima avevo piacere di richiedere un consulto qui.

Sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo fantastico, quando sono con lui mi sento bene, non mi manca nulla, sono felice.
Ci conosciamo ormai da 8 anni e nel corso di questi anni è sempre stato una persona importante per me.
Prima di stare con lui ho avuto altre relazioni.

Oggi sto vivendo un periodo un po' difficile perché da poco è venuta a mancare una persona molto importante nella mia vita, quindi sono stati mesi molto difficili.

Infatti in questi ultimi mesi mi è capitato di sognare diverse volte il mio ex ragazzo e mi sono ritrovata a pensare a lui diverse volte, questo mi fa sentire male perché non riesco a comprenderne i motivi.

Questo ragazzo è stata la mia prima storia "seria", è stata una storia un po' difficile in quanto ci siamo lasciati e ripresi diverse volte, e se ad oggi ripenso a quel periodo ho la sensazione che non ci siamo vissuti, questo per diversi motivi anche un po' per l'età in quanto eravamo adolescenti.
La nostra storia si è conclusa in quanto io ho deciso di staccarmi sia da lui sia dal mio attuale ragazzo, è stato un periodo difficile perché non sapevo come comportarmi in quanto mi sentivo di amare entrambi.
Alla fine però le cose non sono andate come io avevo deciso, ma dopo pochissimo tempo mi sono fidanzata con il mio attuale ragazzo.
Da quel momento io e il mio ex abbiamo tagliato tutti i ponti, è capitato nel corso di questi ultimi 3 anni però che ci "ricongiungessimo", mi spiego meglio, nonostante non ci sentiamo o vediamo per mesi magari capita una volta che ci troviamo in giro e poi finiamo per parlare al telefono o di persona per ore.

Non riesco a capire perché lo penso, perché ho ancora bisogno di lui.
Perché nonostante abbiamo provato a metterci un punto non ci siamo mai riusciti?
Perché in questo periodo sento di volere il suo conforto?

è giusto che io incominci un percorso con uno psicologo?
Può rispondere alle domande che mi pongo?

Non so se sono riuscita a spiegarmi bene, aspetto una vostra risposta.

Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr.ssa Arcangela Annarita  Savino

20% attività
8% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
SAMMICHELE DI BARI (BA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2017
Gentile utente,
la risposta alla sua domanda è racchiusa nelle sue parole e nei suoi vissuti sospesi.

Mi spiego meglio.

Mi pare di aver capito che il rapporto con il suo ex è stato importante sebbene vissuto in un periodo di crescita personale molto compreso come essere l'adolescenza che non le ha permesso di viverlo completamente. E seppur finito il rapporto è capitato che vi siete incontrati. Ecco questi si chiamano legami.

Legame che si è riattivato a seguito di un lutto che ha subito.

Mi sento di dire che il comune denominatore del suo vissuto attuale che la porta a pensare al suo ex è la perdita. Lei ha raccontato bene che "avete perso" la possibilità di stare insieme per vari motivi tra cui l'età.

E come se vivesse nei confronti del suo ex una sorta di insoddisfazione nel non aver vissuto con lui il rapporto che la mente vive come perdita ossia mancata possibilità.....

Spero di averle offerto spunti di riflessione su cui lavorare tra il vissuto del lutto e la perdita di un legame amoroso in adolescenza.

Resto a disposizione per eventuali chiarimenti.

Cordialmente, dott.ssa Arcangela AnnaRita Savino
Dr.ssa Arcangelaannarita Savino