Utente
Gentili dottori,
ho iniziato da circa un mese una cura farmacologica per trattare la mia depressione, DAG e DOC e sto per intraprendere anche un percorso pscicoterapico.
In attesa di parlare con la mia psicoterapeuta avrei una domanda da porvi su delle stranissime e terrificanti sensazioni che sto provando ogni singolo giorno e che mi angosciano, associate a quella che il mio medico ha definito derealizzazione: mi capita che qualunque cosa (una persona, un luogo, un’azione, un’immagine) che vedo o anche solo che evoco nella mia testa mi scateni l’ansia e venga percepito in maniera distorta dalla mia mente, come se questa cosa potrebbe nuocermi in qualche modo.
Esempio pratico: guardo una foto su una rivista, penso al mio vicino di casa, penso a un luogo... è come se tutte queste cose le percepissi in maniera tale da generarmi ansia e angoscia.
Mi viene difficile spiegare a parole quello che provo, è come se tutti i miei pensieri mi facessero paura, anche quelli più semplici o quelli belli.


É un sintomo della mia ansia generalizzata anche questo?
Perché ho paura che siano dei sintomi di qualcosa di più grave e soprattutto che siano irreversibili.


Rimango in attesa di un vostro parere e ringrazio in anticipo.

[#1]  
Dr. Francesco Ziglioli

28% attività
20% attualità
12% socialità
DESENZANO DEL GARDA (BS)
BRESCIA (BS)
MONTICHIARI (BS)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

per rispondere si dovrebbero analizzare le situazioni stimolo e come lei le interpreta successivamente, che sarebbe fattibile solo all'interno di un contesto clinico terapeutico.
Consideri che nel caso del DAG, la persona ha una serie numerosa di pensieri catastrofici rispetto a svariate situazioni temute, mentre nel DOC l'evento stimolo (che può essere anche un pensiero particolare su un dettaglio specifico), crea ansia in seguito alla sua interpretazione. Per esempio, nel caso del DOC:

Guardo una foto del mio vicino mentre ho il cuore che mi batte forte, e penso che potrei essere omosessuale. Il che mi scatena ansia.
Cordiali saluti
Dr. Francesco Ziglioli
Psicologo - Brescia, Desenzano, Montichiari
Www.psicologobs.it

[#2] dopo  
Utente
Ma in realtà la cosa strana é che non associo nessuna interpretazione allo stimolo, mi scatena angoscia solo a percepirlo lo stimolo.

[#3]  
Dr. Francesco Ziglioli

28% attività
20% attualità
12% socialità
DESENZANO DEL GARDA (BS)
BRESCIA (BS)
MONTICHIARI (BS)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2018
Può sembrare strano, ma comunque una elaborazione dello stimolo c'è, per quanto inconsapevole, immediata e rapida. Si può fare più chiarezza con la terapia.
Cordiali saluti
Dr. Francesco Ziglioli
Psicologo - Brescia, Desenzano, Montichiari
Www.psicologobs.it

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio dottore. Ho da poco iniziato una psicoterapia di tipo psicoanalitico junghiano. Potrebbe essermi utile o sarebbe preferibile una terapia cognitivo comportamentale o breve strategica?

[#5]  
Dr. Francesco Ziglioli

28% attività
20% attualità
12% socialità
DESENZANO DEL GARDA (BS)
BRESCIA (BS)
MONTICHIARI (BS)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2018
Certamente è utile. Il modello teorico a cui faccio riferimento io nel mio consulto, tuttavia, è cognitivo comportamentale. Questo potrebbe variare l'impostazione del caso e del successivo trattamento.
Cordiali saluti
Dr. Francesco Ziglioli
Psicologo - Brescia, Desenzano, Montichiari
Www.psicologobs.it