Utente
Salve a tutti! Sono una ragazza di 25.
Ho avuto una relazione durata due anni con un uomo che mi amava molto e voleva un futuro con me (lui più grande di 7 anni).
Un anno fa però, causa una mia crisi personale e sicuramente anche l’inesperienza (era la mia prima relazione) ho deciso di lasciarlo.
Dopo due mesi sono tornata da lui dopo aver compreso la mia parte di errori (ero troppo dura e razionale a volte) chiedendogli una seconda possibilità ma lui non ha voluto concedermela e oltretutto aveva già iniziato a frequentare un’altra persona.
Ho sofferto molto poiché da una persona che voleva a suo dire costruire la su vita con me mi aspettavo dopo un lecito periodo di riflessione un ripensamento.

Ho provato un dolore immenso per un anno intero... vedere lui con un altra (anche se solo virtualmente tramite social), sapere che andavano in vacanza insieme mi ha uccisa.

Dopo un anno ci siamo rivisti per caso, lui mi ha subito ricercata e mi ha chiesto di vederci.
Mi ha detto che mi ama ancora, che non ha mai smesso, che mi ha sempre pensato, che quella storia non ha mai contato nulla ma era solo una convenienza, una compagnia ma non c è mai stato un sentimento.
Che ha avuto paura di tornare con me perché temeva di soffrire ancora.

Io L ho guardato negli occhi, mi è sembrato sincero (durante la nostra relazione lo è sempre stato).
Io ho capito di amarlo ancora ma purtroppo non so se riesco a superare tutto il dolore che ho provato... ho perso il sorriso per un anno, ho perso 10 kg, ho pianto per un anno, ho sofferto.

Da un lato vorrei poter dimenticare tutto ma dall altro non è possibile.

So che non mi ha tradito perché non stavamo più insieme ma in cuor mio è come se l avesse fatto.

Io ci credo che lui tiene ancora a me.
Ma quando era a cena con lei, quando passava il tempo con lei, quando era in intimità con lei, quando faceva i weekend con lei io dov ero?
Dov era L amore che provava per me?

Vorrei poter riprendere questa relazione con la serenità nel cuore ma forse (anche per colpa del mio carattere severo) non sono in grado.

So che sono stata io a lasciarlo (e forse perderlo mi è anche servito per capire tante cose di me che non andavano) però io quanto meno ho cercato di rimediare al mio errore.
Lui invece si è fatto gli affari suoi per un anno senza ripensamenti fino ad oggi.
Nella vita si sbagli è vero ma un anno non è uno sbaglio, è una scelta e ora forse è troppo tardi.

Vorrei poter far coincidere testa e cuore ma temo che forse la corda è stata tirata troppo e il dolore e la delusione che mi hanno consumata per un anno non mi permetteranno più di vivermi questo amore con serenità quindi forse tanto vale rinunciarvi e aspettare che tutto passi.

Sono terribilmente confusa, come se stessi combattendo contro me stessa.

[#1]  
Dr. Armando De Vincentiis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
MARTINA FRANCA (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
gentile ragazza ,la decisione di lasciar il proprio partner ha esiti imprevedibili, diventa nevrosi la pretesa che , finita la riflessione, lo si possa riprendere senza conseguenze.
La decisione di lasciarlo ha dato origine a una serie di eventi e lei ci deve stare.
tuttavia legga questo
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/1726-risarcimento-emotivo-quando-nella-coppia-chiedere-scusa-non-basta.html
Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks