Utente
Salve a tutti, ho 20 anni e sto pensando di andare via di casa anche se non so dove perché non ho un lavoro che mi permette di acquistare casa, dato che lo stipendio è molto basso, voglio andare via di casa perché odio mio fratello ed è una cosa brutta da dire ma se morisse mi farebbe un grande favore.

La situazione è insostenibile purtroppo ho anche un fratellino di 6 anni autistico, comunque mio fratello di 15 anni è il problema più grande.
A casa non c’è mai pace che lui litiga ogni giorno o con me o con mamma o con mio padre, non vuole andare a scuola, a casa non aiuta i niente e in più vuole anche essere fatti i favori.
Mette le mani addosso a me a mia madre e reagisce anche con mio padre, molte volte stava finendo male.
Provoca di continuo, rompe le scatole a tutti, vuole comandare lui.
Non riesco più a vivere così, sto soffrendo di attacchi di panico e crisi di panico che mi stanno condizionando la vita.
Cosa posso fare?

[#1]  
Dr.ssa Paola Dei

32% attività
20% attualità
20% socialità
SIENA (SI)
COLLE DI VAL D'ELSA (SI)
POGGIBONSI (SI)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2013
Gentilissima
Capisco bene il suo stato d’animo; é stata molto chiara nel farci comprendere la sua situazione familiare che é oggettivamente molto complessa. Deve immediatamente fare qualcosa per se stessa e il primo passo é quello di cercare un/una collega che la aiuti a trovare le strategie per sostenere la situazione e successivamente fare le scelte più consone. Cerchi anche online dato che adesso é possibile ma non aspetti oltre. Anche suo fratello di 15 anni presenta un comportamento compatibile con alcuni disturbi e probabilmente necessita di un aiuto anche lui ma non può essere lei a curarlo. Lei in questo momento ha assoluta necessità di darsi una opportunità per vivere meglio e prima inizia meglio é.
Paola Dei: Psicologo Psicoterapeuta
Didatta Associato FISIG Perfezionata in criminologia
Docente in Psicologia dell’Arte (IGKGH-DGKGTH-CH)

[#2] dopo  
Utente
Salve grazie mille per la risposta
Lei mi dice che potrebbe avere qualche disturbo? Di che cosa?

[#3]  
Dr.ssa Paola Dei

32% attività
20% attualità
20% socialità
SIENA (SI)
COLLE DI VAL D'ELSA (SI)
POGGIBONSI (SI)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2013
Gentilissima
A distanza non vorrei essere troppo precipitosa a fare diagnosi, anche perché mi mancano moltissimi elementi e anche perché suo fratello sta attraversando un momento dello sviluppo che é complicato per tutti gli adolescenti. Però certamente tutta questa violenza é un segnale da non trascurare e da non lasciar correre. Sarebbe importante sapere se suo fratello usa questa modalità di comportamento con i suoi da sempre o da un periodo particolare e se nei confronti della scuola ha un atteggiamento positivo oppure no. Che tipo di rapporto ha con il fratello più piccolo, che tipo di rapporto ha con lei. Se é violento con chiunque o soprattutto con sua madre. Una cosa buona da fare potrebbe essere quella di esortare i suoi genitori a prevedere eventuali controllo e visite da specialisti, poi però non si sovraccarichi lei del problema perché quello che è certo é che lei merita di stare bene o perlomeno meglio.
Paola Dei: Psicologo Psicoterapeuta
Didatta Associato FISIG Perfezionata in criminologia
Docente in Psicologia dell’Arte (IGKGH-DGKGTH-CH)

[#4] dopo  
Utente
Salve
È già da un pò che si comporta così, con noi si comporta così, fuori casa non saprei ma sono sicura di no.
Io capisco l’adolescenza e tutto, anche io ho avuto la sua età ma non questi comportamenti.
Al piccolino non lo pensa tanto, ogni tanto va vicino lo sfrena un pò e poi se ne va.
A me dà tanto fastidio a volte è quindi purtroppo diventa un problema anche per me.