Utente
Sono una ragazza di 26 anni e sono stata in terapia da uno psicologo ma non siamo riusciti a risolvere cominciavo a mettere anche le sue parole in dubbio.
Mi ha detto ho un DOC molto forte.
Il mio problema è fissarmi su altri ragazzi e di non sentire più cose positive per il mio ragazzo S con cui sto da 10 anni.
La prima volta mi sono fissata per 4 anni per uno e pensavo fosse l'uomo della mia vita (quello del liceo ANCHE SE NON LO VEDEVO PIÙ) dopo anni ne incontro un altro e mi fisso per mesi perchè era bello vado via da lavoro per paura.
Fino a quando non trovo un altro lavoro e qui comincio a provare attrazzione per un collega che comincia a piacermi e per paura vado via anche da questo lavoro.
In tutto questo dicevo sempre tutto al mio ragazzo S e lui furioso mi lasciava e io disperata gli andavo dietro.
Nuovo lavoro e c'è un ragazzo carino Lascio lavoro.
confesso tutto a S.
Passano i giorni e ridimentico questo tipo ma dopo un complimento del nostro MIGLIORE AMICO con cui ho un rapporto innocente mi fisso che mi stavo innamorando anche se non mi era mai piaciuto.
All'improvviso sembrava molto affascinante ed ero totalmente in ansia.
Sono finita in ospedale per attacchi di panico.
Sono andata in depressione e dimagrita 15 chili, mi tagliavo le braccia stavo sempre male confessando tutto a S.
Sembrava avessi voglia di sentire l'amico, che ne fossi gelosa e pensavo cose cattive sul mio ragazzo.
Vado di nuovo in terapia mi danno farmaci mi dicono ho il doc e anche tratti border.
Dopo4 mesi di inferno trovo un nuovo lavoro.
Qui conosco per 2 settimane un collega G e c'è un bel feeling, lui è un bel tipo e come testa siamo simili.
mi fisso che lui è quello giusto ho fantasie e mi sento attratta da lui e stavolta sembra più reale.
Non sento di confessare tutto come una volta, ho forte rifiuto per il mio ragazzo peggio di prima e fantasie continue.
Sento apatia per S.
Prendo farmaci ormai dalla quarantena e i miei impulsi non cambiano e durano da un anno ormai per G dopo lasciato il lavoro.
Nella quarantena sono entrata in depressione per la smania di averlo con ansia nel sonno e impulso di tagliarmi di nuovo.
Ormai sono arrivata sentirmi felice all'idea.
Ogni giorno vedo sue foto con amiche e piango con lacrimoni per gelosia fortissima più di quanto lo era con gli altri.
Non so piu cosa pensare perche non sto piu male per tutto cio come prima.
Non dovrei avere ansia come prima?
Se mi si dice"non andare da G" sto male mentre prima volevo rassicurazione per restare con S.
A volte vado a trovarlo al bar esento comunque che mi piace.
Sembro pronta a dichiararmi.
Chiedo ossessivamente pareri ma non mo fanno stare bene le rassicurazioni.
Ho questa forte urgenza che per gli altri non ricordo e confronto di continuo cosa sentivo per gli altri ragazzi su cui sviluppavo ossessioni.
Non sembra più ùn disturbo ma realtà.
Per S Provo una strana indifferenza apatia e difficoltà in tutto.
Spero qualcuno mi risponda.

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

attualmente si aiuta anche con i farmaci oltre che con la psicoterapia, considerata la gravità della qualità della Sua vita?
Mi sembra che il problema non sia "capirsi" come da titolo,
ma alleggerire i Suoi pensieri ossessivi, migliorare la situazione, in una parola cambiare...

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2] dopo  
Utente
Buonasera grazie per la risposta.
Attualmente prendo anafranil e non faccio psicoterapia. Cosa intende per cambiare ?
Io abito a Napoli sono anche in cerca di qualcuno che possa aiutarmi. La mia ex psicologa mi ha detto serve un intervento multidisciplinare ma non ho capito che intendesse.
Secondo lei ci sono ancora sintomi di doc come da diagnosi o mi sono realmente innamorata di un altro ?

[#3]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Innanzi tutto va cercata una Psicologa che sia anche Psicoterapeuta, cioè autorizzata a curare,
con esperienza,
e con una buona collaborazione con uno Psichiatra con altrettanta esperienza.

Posso immaginare che sia questo l'"intervento multidisciplinare" a cui ci si riferisce.

Riguardo alla diagnosi, o alla rassicurazione,
la prima è impossibile online,
la seconda perfettamente inutile.

Cari saluti.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#4] dopo  
Utente
Qualche psicoterapeuta è disponibile per parlare ed eventualmente fare una terapia ?
Sento che sto tiandando in depressione.
Per favore

[#5]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

intanto può fare riferimento al Consultorio dell'Azienda Sanitaria, chiedendo esplicitamente l'appuntamento con una Psicologa Psicoterapeuta.

Anche il Centro di Igiene Mentale del Servizio Sanitario Nazionale offre percorsi psy a fronte del solo ticket, sempre che la persona non ne sia esente per reddito, patologie, ecc.

Altrimenti occorre accedere al settore privato.
Qui sul sito ci sono numerosi Specialisti della Sua zona, Psicologi Psicoterapeuti.
Li contatti e veda cosa è possibile fare.

Molti auguri.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/