Utente
Salve, vorrei ricevere un parere su un disturbo che mi causa grandi difficoltà anche nella vita quotidiana.
Fin da piccola ho sempre sofferto di disturbi intestinali di lieve entità, ma non penso sia stato quello a provocarmi quella che ormai considero una vera e propria fobia.
Sono sempre stata una buona forchetta, mangiavo di tutto e quando volevo (anche se già all'epoca trovavo difficoltoso non avere paura di ciò che stavo mangiando), ora invece è da un anno che la situazione è precipitata.
Non riesco più a mangiare nulla se non cibi che considero "sicuri", ho la costante paura di potermi sentire male da un momento all'altro se mangio, di avere disturbi intestinali o vomitare.
Spesso mi capita di saltare pasti perché la paura è troppa, o di mangiare solo pasta in bianco, cibi senza spezie, insomma, nulla che possa causarmi eventuali fastidi o malesseri anche se non soffro di nessuna particolare allergia o intolleranza.
Ad oggi è talmente grave da non permettermi di uscire e prendere una pizza con i miei amici, ho la costante paura di sentirmi male e di dover correre al bagno più vicino, o vomitare, o chissà cosa.
Non so veramente come fare, anche perché non riesco a individuare una causa per questa mia paura, e inoltre non so dove collocarla.
E' un disturbo psicologico, alimentare?
Sono domande che mi faccio ogni giorno, il cibo è diventato motivo di paura e disagio, ormai mangio solo per dovere e obbligata.
Vi ringrazio in anticipo per le risposte.

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

Lei si chiede come mai
- "..non riesco a individuare una causa per questa mia paura,
- e inoltre non so dove collocarla.
- E' un disturbo psicologico, alimentare?"

La richiesta indiretta è quella di una diagnosi,
ma online purtroppo è impossibile farla.

I problemi nel comportamento alimentare rappresentano un ombrello che copre una serie di problematiche molto differenziate.
Nel caso si tratti di un disturbo del comportamento alimentare,
Le consigliamo di leggere il consulto postato da una Sua coetanea, giunto proprio oggi:
https://www.medicitalia.it/consulti/psicologia/793735-paura-di-ingrassare.html

In ogni caso, una Valutazione di persona con una Psicologa che sia anche Psicoterapeuta risulta essenziale. Sarà la Profssionista a dare risposte alle Sue domande riportate in apertura di risposta:
- "..non riesco a individuare una causa per questa mia paura,
- e inoltre non so dove collocarla.
- E' un disturbo psicologico, alimentare?"

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2] dopo  
Utente
Grazie della risposta immediata, ho già uno psicologo a cui mi rivolgo per altre problematiche legate all'ansia, ma non ho mai affrontato quest'argomento con lui poiché ritenevo non fosse necessario.

[#3]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Se scrivere qui ha rappresentato dunque un buon ri-orientamento,
ne siamo contenti.

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/