Paura ipotesi universo simulato

Buonasera da Alessandro, ho 36 anni.

Circa due mesi fa lessi un articolo apparso in rete.
Lo stesso narrava di una ipotesi formulata da un filosofo e poi ripresa dal miliardario Elon Musk, secondo i quale noi si vivrebbe in un Universo Simulato.
Praticamente non esistiamo ma siamo solo delle simulazioni computerizzate creati da una civiltà avanzata aliena.
Questa lettura mi ha destabilizzato e molto.
Il "sapere" che siamo virtuali, il "sapere" che il tutto può aver avuto inizio un secondo fa ed ogni cosa che conosco sia fasulla, come ogni cosa che faccio e farà sia in realtà in funzione dei fili di alieni od entità superiori ma fa rabbrividire e mi pone all'annullamento di ogni cosa che amo.

Dopo aver letto questo ho cercato chiarimenti da parte di scienziati contattando astrofisici, fisici, fisici nucleari, anche filosofi ed un matematico.
Tutti mi hanno detto che questa ipotesi è in realtà una ipotesi fantasiosa che non detiene nessuna base scientifica; adatta a vendere solo libri dal sapore fantascientifico e ad avere il proprio nome (di chi la spara) su questa o quella rivista, e a far conferenze (pagate).
Inizialmente, ogni qual volta mi hanno risposto in questi due mesi questi scienziati, mi sono calmato; ma poi l'ansia di non esistere e che qualsivoglia cosa faccia sia inutile, ritorna a galla e cerco altri pareri...che mi dicono la medesima cosa.

Sono andato così da una psicologa con la quale ho fatte tre sedute.
La stessa mi ha rassicurato, ma poi il tutto ritorna a galla; non certo forte come due mesi fa ma ritorna.
Ora il 18 ho un altro appuntamento con la psicologa.

La psicologa mi ha detto che ciò può avere a che fare con il mio non fidarmi mai di nessuno, quindi ogni cosa mi viene detta tendo a non fidarmi.
Inoltre ha a che vedere questo con la mia insicurezza.

Io ho la terza media, quindi le spiegazioni scientifiche posso tendere a non comprenderle bene se spiegate in modo scientifico.
Voglio che la mia vita riprenda bene e non voglio certo farmi condizionare da questa ipotesi che, a detta non mia ma degli scienziati, non ha nulla a che vedere con la scienza, ma è solo una "fantasia pop", come uno di loro l'ha nominata.

Cosa mi consigliate voi?

Grazie tante e Buone Feste.

Alessandro
[#1]
Dr.ssa Valeria Mazzilli Psicologo 263 13
Gentile Alessandro,
ho letto anche altri suoi consulti precedenti. Credo che la sua curiosità e la sua fame di sapere e di scoprire siano delle qualità belle e importanti. E' bello che lei le coltivi nella misura in cui la arricchiscono.
Se queste ipotesi, questi contenuti anche diversi su cui periodicamente si sofferma (la memoria, l'innamoramento, il consenso, teorie (fanta)scientifiche) le provocano invece angoscia allora la questione non sta più sul contenuto, ma sulla modalità con cui pensa questi pensieri.
Forse diventano troppo ingombranti, intrusivi e ossessivi, prendendo uno spazio troppo grande del suo tempo e delle sue giornate.

Mi fa molto piacere sapere che ha accolto il suggerimento dato dalla collega in uno dei precedenti consulti e ha deciso di rivolgersi ad uno psicologo.

E' sulla strada giusta per poter capire qualcosa in più di sé e poter star meglio

Spero di poterle essere stata utile
Un caro saluto

Dr.ssa Valeria Mazzilli
Psicologa Clinica
Corso Umberto I, 23 Napoli
cel. 3895404108

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa