Utente
Salve sono stata lasciata un mese fa dal mio ex, di punto in bianco per via chat.
Abbiamo sempre avuto un prendi e lascia per 5 anni, per poi fidanzarci e durare un anno e mezzo.
La nostra relazione era molto turbolenta, lui era molto possessivo e aggressivo in certi momenti con me.
Capitava che quando uscivo con i miei amici, lui o i suoi amici mi seguivano.
Mi ha tenuta lontana da tutti, negandomi quasi sempre di fare le cose da sola, perchè lui doveva essere sempre presente.
Molte delle volte Capitava che rifiutavo un rapporto intimo e lui da quel mio rifiuto, mi diceva alcune frasi in modo da colpevolizzarmi e farmi cedere ai suoi desideri.
Nonostante i tanti momenti negativi, ci son stati anche tanti momenti belli vissuti insieme, nonostante i suoi atteggiamenti poco carini, c'erano momenti dove lui mi trattava come un gioiello, tralasciando i suoi comportamenti premetto che non abbiamo mai avuto un rapporto completo, per una mia insicurezza e paura, e per l'insicurezza che anche lui mi incuteva.
Un mese fa mi lascia di punto in bianco dandomi tantissime versioni diverse, ed io ho cercato in tutti i modi una risposta che tutt'oggi ancora non c'è.
Ho scoperto che si sta sentendo con una ragazza più grande, che lui stesso insieme ai suoi amici insultavano definendola una donna di facili costumi.
Una donna che ha i suoi stessi vizi, bere e fumare... quello che lui non faceva con me perchè gli vietai di cedere a queste due tentazioni.
Tramite dei miei e suoi amici vengo a conoscenza che con lei pratica il rapporto completo, ciò che io non gli ho potuto dare, Inizialmente mi colpevolizzavo di non aver ceduto a quel suo desiderio sessuale, non capivo, come non capisco tutt'oggi come abbia potuto rimpiazzarmi così facilmente e odiarmi come se le colpe fossero mie.
Lui tutt'oggi rifiuta di vedermi e di darmi spiegazioni, ed io non so come farmene una ragione. Lui dice di non stare insieme a lei, questo è ciò che mi riferiscono i suoi amici. Dalla fine della relazione vivo un malessere a 360 gradi, ansia, tachicardia, insonnia, poca voglia di studiare e la continua ossessione di vedere lei e lui.

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

noi qui ci occupiamo unicamente di chi ci scrive,
evitando di dare giudizi su terzi, di cui sappiamo solo per interposta persona.

E dunque non sarà possibile dare risposte su di lui.

Occupandoci di Lei mi ha colpito la frase:
"..premetto che non abbiamo mai avuto un rapporto completo, per una mia insicurezza e paura, e per l'insicurezza che anche lui mi incuteva. "
Mi chiedo se sia da attribuire al fatto che
Lei non si sentisse pronta,
oppure se -in realtà - soffre di vaginismo, disturbo geminile diffuso e ignorato.
Per documentarsi al riguardo può leggere questo articolo:
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/7907-terapie-efficaci-per-il-vaginismo-dall-esperienza-clinica.html .
In questo caso la terapia c'è, non è lunga. Se Le interessa mi chieda pure precisazioni.

L'altra Sua frase su cui La invito a riflettere è questa:
"..donna di FACILI COSTUMI.
Una donna che ha i suoi stessi VIZI, bere e fumare... quello che lui non faceva con me perchè gli vietai di cedere a queste due TENTAZIONI..."
E poi, rispetto alla sessualità: ".. CONCEDERMI.."
Tenga conto che le maiuscole le ho messe io, dato che ci manca il carattere *neretto*/sottolineatura.

Le parole in maiuscolo sembrano suggerire una visione moralistica della vita.
Potrebbero essere sostituite da:
- FACILI COSTUMI = che apprezza maggiormente la sessualità rispetto a Lei
- VIZI = abitudini
- TENTAZIONI = possibilità
- CONCEDERMI = *scegliere* se avere oppure NO un rapporto sessuale penetrativo.

La invito a riflettere sulle suggestioni che Le ho fornito, centrandosi maggiormente su di sè:
ragazzi ce ne sono tanti,
Lei è *unica* per sè.

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio della risposta, al mio non concedermi penso sia dovuto al vaginismo, ipotesi già pensata in passato. Spero di riuscire a ritornare al mio stato di serenità

[#3]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Può utilizzare questa fase per riflettere su di sè,
ma senza fretta (la Sua risposta dopo soli 8 minuti mi ha fatto pensare...);
affinchè la "serenità" che Lei auspica per sè sia segno di un Suo nuovo modo di essere.

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/