Utente
Ciao a tutti, sono felicemente fidanzata e convivo con il mio ragazzo e ho intenzione di passarci il resto della vita.

Abbiamo sempre avuto un'attività sessuale MOLTO elevata, ho sempre amato soprattutto la stimolazione dei capezzoli ma da un anno a questa parte vivo con un problema.

L'anno scorso iniziai a sentire spesso dolore e cistiti, dopo un po' di mesi vado da una ginecologa e mi trova una ciste di 6cm sull'ovaio dx mentre il sx microcistico.

Mi da una cura ovviamente non riuscì ad usare quell'apparecchio che allarga la vagina per fare il tampone perché sentivo estremo dolore, e mi disse che avevo il retto che gonfiava un po' perché pieno e quindi faticava anche ad entrare.

A livello strutturale è normale ma io continuo a distanza di tempo ad avere fatica, non sento più piacere sui capezzoli, la clitoride fa malissimo, non sento neanche quando vengo toccata, sento dolore quando facciamo l'amore, sul fondo verso l'utero, come crampi e fitte.

Soffro di cervicale e ho un batterio nelle orecchie e non penso che queste cose siano collegate, non penso neanche che sia stress nonostante certe volte io riesca ma altre mi viene molto difficile.
Soffro spesso di cistite... ho un po' paura.
Se ricominciassi la pillola si risolverebbe tutto ma se fosse un problema neurologico?
Con la cervicale ho moltissimi giramenti di testa pesanti, mi sento sempre stanca...Non provo proprio desiderio sessuale nei confronti di nessun essere vivente, ho provato anche a guardare porno ma niente, mi fanno solo imbarazzo.
Che mi succede?

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

Lei scrive nell'area Psicologia per avere una risposta al Suo problema:
"Sento fastidio ad essere toccata",
presupponendo forse che sia di origine psicologica.

Può essere,
però tutti i malesseri fisici che Lei elenca
- ginecologici e di altra fonte -
hanno bisogno di approfondimenti medici specifici (non ultima la cistite recidivante),
non possiamo mai trascurare l'aspetto organico.

Se dal punto di vista fisico fosse tutto a posto,
allora sì Le consiglierei vivamente un percorso psicologico con una Psicologa anche Psicoterapeuta, meglio se perfezionata in sessuologia considerando la preponderanza dei disturbi nell'area della sessualità (ad es. in Albo, FISSonline.it).
La Specialista saprebbe sicuramente dare una risposta alla Sua domanda: "Che mi succede?"

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2] dopo  
Utente
Devo rifare lo stesso post in un'altra area..?

[#3]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Veda Lei.
Noi la orientiamo verso approfondimenti *di persona*, come già risposto in #1, considerata la multifattorialità delle problematiche.

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/