Ansia e attacchi di panico e nervosismo

Salve sono una ragazza di 23 anni da 1 mese manifesto attacchi di panico e nervosismo dovuti allo stress accumulato negli ultimi anni a causa dei miei genitori.
Sono fidanzata da quasi 8 anni con un ragazzo e ho dei buoni rapporti con la sua famiglia...il problema è mia madre che è molto gelosa e ci ha sempre messo il bastone fra le ruote e nn ci lascia liberi.
Ogni volta che esco si innervosisce e assilla mio padre, lui è sottomesso e dice quello che gli viene detto di dire quindi non abbiamo un buon rapporto.
Sia con mia madre che con mio padre non c'è dialogo tranne quando si devono lamentare cioè ogni giorno per qualsiasi cosa.
Mia madre si comporta così perché da giovane è stata trattata così.
In tutti questi anni abbiamo io e il mio fidanzato sopportato sempre, anche quando mia madre ha mancato di rispetto alla sua famiglia (perché me ne dice di ogni colore sia su di lui che la sua famiglia), però sono arrivata al limite perché sono limitata a fare delle cose anche se stiamo insieme da anni solo perché lui è il maschio e lui si deve sacrificare per me e venire da me...quindi 1 mese fa a capodanno dopo l'ennesima litigata non mi ha permesso di fare un brindisi a casa sua (mai fatto) e dormire a casa sua (perché prima devo spostarmi) allora sono scoppiata a piangere e darmi degli schiaffi in testa urlando senza riuscire a controllarmi.
La scorsa settimana dopo aver parlato con mia madre mi sono innervosita ed è successo di nuovo ma questa volta ho dato dei colpi alla porta e non sentivo dolore, piangevo e urlavo.
Da quel giorno non ho più parlato con lei.
Inoltre un'altra limitazione dovuta alla sua gelosia con la famiglia del mio ragazzo è quella di vietarmi di andarli a trovare quando io mio ragazzo non c'è perché lavora fuori.
Quindi quando lui non c'è io sto sempre a casa, non ho amiche, non posso uscire da sola con la macchina perché non vogliono usando la scusa che nn sono pratica.
Ringrazio chi mi aiuterà perché ho bisogno di aiuto.
[#1]
Dr. Massimiliano Iacucci Psicologo, Psicoterapeuta 146 4 25
Buonasera,
dalla sua storia si evince la difficoltà relazionale che ha con la sua famiglia d'origine, in particolare con sua madre soprattutto.
Credo che quello che sta vivendo sia pesante ma e necessario che tenga duro ed eviti di alimentare gli scontri in famiglia.
Da come l'ha descritto il suo, più che un attacco di panico, sembra essere un attacco d'ira. Lei percepisce come ingiusto il comportamento di sua madre e ciò sta alimentando la sua rabbia.
Rabbia che si sta accumulando e che sta esplodendo con i suoi attacchi.
In questo momento si concentri su ciò di bello che ha, la sua nuova famiglia.

Cordialmente,

Dr. Massimiliano Iacucci - Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale
https://www.ordinepsicologilazio.it/albo/massimilianoiacucci/

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa