Utente
salve, sono una ragazza di 25 anni - circa 4 anni fa mi sono bloccata e da quel momento non è stato piu come prima... dolori penetranti alla gamba destra e la solita trafila... Ernia.
Ultimamente grazie alla piscina che cerco di praticare 2/3 volte alla settimana e alle trazioni il dolore è sparito...sopratutto sulla gamba come se non fosse mai esistito...naturalmente devo sempre stare attenta ai movimenti bruschi...però sto meglio. ho fatto per questo una risonanaza x capire se fosse cambiato qualcosa... ma non capisco cosa voglia dire quello che c'e scritto per questo chiedo un vs. aiuto_

Il cono midollare termina a D12 - L1 senza anomalie morfologiche e di segnale , perdita della fisiologica lordosi lombare.
ad L1-L2 modesta protrusione circonferenziale del disco.
ad L4-L5 marcate alterazioni degenerative dico-somatiche con edema della spongiosa ventrale dei somi affrontati. Il disco è protruso circonferenzialmente con ernia mediana-paramediana dx che impronta focalmente il sacco durale; stenosi canalare.
As L5-S1 il disco è scarsamente rappresentato e disidratato.

aspetto vs. info grazie x capire cosa posso fare x non peggiorare il tutto... premetto che ho un lavoro sedentario.
grazxie.

[#1]  
Dr. Michele Moretti

32% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Mi permetta di dirle che poteva tranquillamente evitare di sottoporsi a questa risonanza.
La risonanza è un esame specialistico, raffinato e costoso, quando il quadro clinico lo richiede il medico procede con un iter diagnostico clinico-strumentale che ritiene opportuno al fine di definire una diagnosi e proporre una terapia.
Gli esami autoprescritti sono quasi sempre inutili specie in un caso come questo in cui al momento non lamentava sintomi.
Tornando al referto della sua risonanza la cosa migliore sarebbe stata portare l'esame precedente (riferito al precedente episodio di 4 anni fa) presso il centro radiologico dove ha svolto l'esame al fine di permettere al radiologo esaminatore di effettuare un confronto diretto dei due esami e di potersi così esprimere in termini comparativi anche nel referto.
Rispetto a quanto riportato nel referto le consiglio di sottoporsi ad una visita fisiatrica al fine di avere corrette indicazioni su cosa fare e cosa non fare in termini di attività fisiche portando in visione tutta la documentazione in suo possesso.

Saluti.

Dr. Michele Moretti
Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione

[#2] dopo  
Utente
grazie per la risposta.
Naturalmente la risonanza l'ho fatta all'ospedale pagando solo il ticket. cmq avevo portato tutte le lastre precedenti.
grazie.

[#3]  
Dr. Michele Moretti

32% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Mi rendo conto di essere stato un po' severo e probabilmente l'esame non è stato autoprescritto.
Comunque le confermo l'utilità di fare il punto della situazione con una visita specialistica poichè il consulto online in questo caso ha molti limiti e senza vedere lei e la risonanza non ci si può esprimere.
Saluti.
Dr. Michele Moretti
Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione

[#4] dopo  
Utente
SALVE, grazie della sua risposta.
Volevo solo sapere se c'era qualcosa di preoccupante...
Io faccio quando posso piscina.. e sinceramente sto bene rispetto a qualche anno fa..
Non ho piu neanche il dolore alla gamba...

[#5] dopo  
Utente
salve, vorrei sapere se qualcuno puo consigliarmi un neurochirurgo per fare una visita nella provincia di Lucca. grazie.