Trattamento gotta

Buongiorno,
vorrei chiedere un parere riguardante mio papà, 77 anni a Luglio.

Nessuna altra patologia in corso, ultimamente ha avuto tre attacchi di gotta molto ravvicinati (piede gonfio e dolorante, zona alluce), tutti nel giro di un mese.

Dal primo attacco, su indicazione del medico di base, ha iniziato a seguire un regime alimentare dietetico molto rigido.

Effettuate le analisi del sangue, è uscito un valore di acido urico di 8, 4 mg/dL (range del laboratorio da 3, 5 a 7, 2.
Metodo Uricasi).

Quale cura è più appropriata in questi casi di iperuricemia?

Il medico di base parlava di farmaci per diminuire i livelli ematici di acido urico.

Vi ringrazio anticipatamente della disponibilità
[#1]
Attivo dal 2020 al 2021
Reumatologo, Perfezionato in medicine non convenzionali
Salve. In caso di attacco acuto di gotta, se si assume il farmaco ipouricemizzante si rischia l'aggravamento dell'attacco acuto con la mobilizzazione dell'acido urico. Viene fatto dopo la scomparsa dell'attacco acuto sotto copertura antiinfiammatoria (FANS) e gastroprotettiva. Esiste, oltre agli antiinfiammatori non cortisonici (FANS), un farmaco specifico per l'attacco acuto di gotta con effetto molto rapido, ma ha qualche controindicazione. Le consiglio una visita Reumatologica urgente. Non mi chieda quali farmaci perchè non posso dirlo online, in quanto non conosco il paziente e non ho certezza della diagnosi, non avendolo visitato. La dieta ipouricemizzante invece è un approccio molto giusto e corretto. Saluti,
[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie infinte!

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa