Utente 910XXX
Salve a tutti,
sono nuovo di questo forum, e scrivo perchè ho bisogno di pareri medici.
Da circa 1 anno sono stato colpito da Anoressia e Bulimia Nervose, inizialmente non ero a conoscenza del mio disturbo, ma la presa di coscienza mi ha spinto a reagire (seppur in ritardo ma non troppo).
Ho perso 42 kili in 1 anno esatto, ora ho ripreso a mangiare (nel senso che faccio pranzo e cena), ma la paura di riprendere chili in maniera sbagliata mi fa da limite, nel senso che mangio molto male.
Si ripetono grandi abbuffate, ma sono fortunatamente a carico di frutta, ne vado pazzo (mandarini, pere, banane...ne mangio davvero molta), i miei pranzi si basano su questi.
A sera un pò di carne o pesce, con verdure o insalate rispettivamente...seguiti in ogni caso da abbuffate di frutta.
Fortunatamente non sono mai riuscito a Rigurgitare, sebbene i numerosi tentativi...
Arrivo al dunque:
Da un anno avvert sensibilmente il freddo, la mia Temperatura è scesa anche a 34.5, ma si tiene generalmente stabile sui 35°C, la pelle ha assunto un colore un pò giallastro (e da qui sono nate un pò di mie paure!!!), ma momentaneamente alle mani (seppur un medico sportivo lo notava anche sul resto del corpo, ma sia io che il medico di famiglia no), inolte la frequenza cardiaca si è abbassata notevolmente fin a toccare le 38-40 pulsazioni/min, max 50...
Ho recentemente fatto le analisi del sangue: tra i valori alterati ma proprio lievemente la Bilirubina Indiretta e quella Totale, e le transaminasi GPT (anche queste di pochissimo)...
Sapreste dirmi cosa possono significare questi valori? Risulto comunque Negativo ad Epatite.
Ve ne sarei molto grato se potesse darmi una mano, frequento di già uno psicologo relativamente alla restante Bulimia Nervosa (mi sento fortunato per un certo senso, poichè oggetto di qst disturbo è stata la Frutta e non alcool o dolciumi vari), come conseguenza di una causa scatenante quale la perdita i Papà e l'aggravamento di mia mamma.
Spero di essere stato esaustivo (forse troppo...), e colgo l'occasione per ringraziarVi.
A presto.
PS.= la mia mail è: "vitoboo@libero.it" nel caso in cui vogliate risp lì!

[#1]  
79426

Cancellato nel 2010
Gentile utente,
la diagnosi l'ha già fatta da solo: i problemi cha hanno colpito i suoi genitori.
Secondo la visione omeopatica sono quasi sempre i disturbi che avvengono a livello mentale, affettivo o emotivo a causare le patologie, soprattutto quelle croniche.
La causa della pelle gialla potrebbe essere dato da un eccesso di frutta nella sua dieta che può provocare quella che viene detta "carotenemia". Si verifica in soggetti che mangiano molte verdure o frutta di colore giallo o arancione come carote arance, albicocche, pesche ecc. La pelle assume un colorito giallo-arancione ma le sclere però restano bianche. In questo caso non c'è assolutamente da preoccuparsi, basta ridurre il consumo di frutta. Ovviamente andrebbero fatti degli accertamenti.
Per quanto riguarda il suo disturbo le consiglierei anche di rivolgersi alla Medicina Non Convenzionale che la potrebbe aiutare a risolvere il suo problema, tipicamente psicosomatico, andando ad agire sulle cause profonde che probabilmente sono quelle da lei già individuate.

Cordiali saluti

[#2]  
Dr. Mauro Lombardo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
il trattamento dei disturbi del comportamento alimentare è di pertinenza psichiatrica con il supporto di un consulente dietologo. Ogni altra "figura" non è accreditata.
Riguardo i suoi valori alterati:
La carotenodermia e' dovuta alla deposizione di carotene nella pelle, che assumono percio' un colorito giallo-arancione. L’eccesso di caroteni e' molto diffuso nell'Anoressia Nervosa ed è dovuto ad un’esagerata ingestione di vegetali a basso contenuto calorico, come carote, pomodori e zucca.
Le bradicardia è una delle principali complicanze cardiovascolari legate alla malnutrizione ed è dovuta sia ad una alterazione del cuore (che come tutti i muscoli del corpo è "smantellato" per fornire gli aminoacidi nelle malntrizioni di lunga durata) sia ad un riduzione degli ormoni tiroidei.
La malnutrizione presente nei vari quadri di DCA si manifesta anche con una generale riduzione del metabolismo basale (il corpo percepisce le carenze nutrizionali e inizia a 'risparmiare', limitando il consumo di energia), che si ripercuote velocemente sulla funzionalità della tiroide (diminuzione dell'ormone FT3 ed aumento del rT3 ormone non funzionante) che regola tra le altre la temperatura corporea (freddo alle estremità).
Anche la bilirubina aumenta frequentemente anche dopo un digiuno di poche ore.
Cordiali saluti
--
Dott. Mauro Lombardo
Medico Chirurgo
Specialista in Scienza dell’Alimentazione

[#3]  
79426

Cancellato nel 2010
Dr. Lombardo,
se vuol essere così gentile da indicarci la "legiferazione" che indica che "solo" lo psichiatra e il dietologo possano intervenire nel trattamento di Anoressia e Bulimia Nervose (e problematiche correlate) e che qualsiasi altro medico sia non accreditato e quindi interdetto dall'intervenire con altre metodiche terapeutiche, come l'Omeopatia, farebbe un gran favore sia all'utenza che a me che non ero assolutamente a conoscenza di questa "normativa".
La ringrazio

[#4] dopo  
Utente 910XXX

Gentilissimi Dr. Ascanio e Dr Lombardo,
innanzitutto Vi RINGRAZIO infinitamente per avermi risposto, e spero vivamente di non creare astio in questo contesto...
Ho davvero bisogno di questi consigli, e talvolta le risposte un pò mi intimoriscono, Vi spiego anche perchè...
Sò che la percezione del freddo è legata agli ormoni Tiroidei, e sapere di avere dei valori bassi di questa mi spaventa, in quanto ho voglia di riavvicinarmi al cibo come una persona "normale"...ma considerate che, come in tutti gli Anoressici o sta uscendo da questo disturbo...la paura di ingrassare è tanta.
In tal proposito voglio porre una domanda a cui tante persone mi rispondono in maniera superficiale: "Margiare frutta, tanta frutta, FA INGRASSARE?"
Come Vi dicevo, la mia anoressia cammina di paripasso ad una Bulimia Nervosa, o meglio "fame" convulsiva...mangio mandarini senza fermarmi a volte, anzi mi fermo quando mi sento quasi male...da oggi (1 Dicembre) ho deciso (ci proverò con più insistenza) di controllarmi, e cercare di non mangiarne per nulla (sono stato male ieri sera), seppur ogni qual volta mangio tanta frutta prendo 2 pillole di FINOCARBO, al fine di evitare gonfiore ed espellere aria.
Ho notato infatti che mi è venuta una panza che dà all'occhio (sarà che sono aria e liquidi, ma è brutta a vedersi).
Ed ancora mi chiedo..."Si tratta di zuccheri semplici...ok, ma seppur semplici sono tanti...come vengono bruciati? O, se accumulate, tali calorie saranno in forma Lipidica?"
Scusate le mie paturnie, ma spero di avere chiarimenti in merito.

Vi Ringrazio ancora Cordialmente.
-Vito-

[#5]  
79426

Cancellato nel 2010
Gentile utente,

non si preoccupi, io e il dr. Lombardo abbiamo già chiarito cordialmente i nostri diversi punti di vista in via privata.

La risposta alla sua domanda è si, un eccesso di frutta può far ingrassare e dare problemi di gonfiore e eccesso d'aria.
La frutta è composta da zuccheri semplici e, come qualsiasi altro alimento dotato di calorie, se assunta in quantità che eccede il proprio fabbisogno giornaliero può accumularsi sotto forma di adipe.

Cordiali saluti

[#6] dopo  
Utente 910XXX

Salve nuovamente Dottori...
Sono stato dal dietologo qualche giorno fa, e dopo una bella visita, mi ha prescritto una dieta di 1800 Kcal...
Mi chiedevo una cosa però...se i valori della mia Tiroide sono scesi, seppur nei valori limite, non c'è pericolo secondo Voi che io torni ad ingrassare?
E poi, dopo pranzo o cena, noto degli strani rumori gastro-intestinali, quasi come se il mio stomaco-intestino non accettassero questa nuova alimentazione...normale???
Ancora...ho aimè questo attaccamento morboso a frutta (mandarini e banane)...quanti mandarini è consigliabile assumere quotidianamente, o meglio quale soglia non superare?
Scusate se le domande possono dembrare un pò infantili, ma...sono conseguenze di un'anoressia e bulimia nervose dalle quali sto cercando di uscire.
Grazie mille ancora per le consulenze e gli aiuti, che non mi passano affatto inosservati.

PS.=Ma...si guarisce da Carotenemia e pelle giallastra, sicuramente dovute al mio eccesso in alimenti contenenti beta-caroteni (carote, Mandarini...)???

A presto.
-Vito-

[#7]  
Dr. Mauro Lombardo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
i suoi valori tiroidei sono scesi perché ha mangiato poco e quando mangerà normalmente torneranno normali.
Deve dare il tempo al suo stomaco di "riespandersi" aumenti l'alimentazione con cautela e gradatamente.
3-4 mandarini e una banana vanno bene al giorno, la colorazione giallastra poi passa.
Le consiglio ancora una volta di procedere "in parallelo" : dietologo e esperto (psicologo o psichiatra esperto in DCA).
Cordiali saluti
--
Dott. Mauro Lombardo
Medico Chirurgo
Specialista in Scienza dell’Alimentazione