Utente
Buonasera,
come da titolo, vi scrivo per chiedere la vostra opinione su un problema che sto riscontrando da circa tre mesi con la mia dieta.


Sei mesi fa ho smesso di fumare.
Avevo iniziato a circa 16 anni, ed ero arrivata al punto di fumare quasi un intero pacchetto di sigarette al giorno.
Quando ho deciso di smettere l’ho fatto da un giorno all’altro, senza l’utilizzo di sigarette elettroniche o cose simili.
Prevedibilmente, questo ha provocato un aumento di peso, e dal mio peso iniziale di circa 60 chili, nel giro di tre mesi sono arrivata a pesarne 68, un peso che sulla mia costituzione risulta eccessivo, e si fa sicuramente notare.


Poiché il mio peso era stabile da anni e in precedenza ero arrivata ai 68 chili solo una volta, da ragazzina, in un periodo di grande stress emotivo, ho pensato che avrei perso facilmente questi chiletti di troppo, e ho deciso di mettermi a dieta e di cominciare a seguire un regime di esercizio fisico 5-6 giorni alla settimana.
Per decidere quante calorie assumere, ho calcolato online il mio fabbisogno calorico giornaliero per poi creare un deficit di 300-500 kcal.


Attualmente sto seguendo il seguente regime da tre mesi:
1500-1700 kcal al giorno.
Non sgarro praticamente mai, ma anche quando lo faccio resto comunque entro i limiti del mio fabbisogno.
Non ho giorni liberi.
Non seguo nessuna dieta specifica né soffro di intolleranze, e mangio molto sano.
A livello di macronutrienti, le calorie che assumo quotidianamente si dividono più o meno in 50% carboidrati, 30% grassi e 20% proteine.
Ho provato a variare queste percentuali, ma ho trovato che queste sono quelle che sostengono meglio la mia routine di esercizio fisico.
Mi trovo bene con questa dieta e i miei livelli di energia sono sempre alti.

30-60 minuti di esercizio fisico al giorno (5-6 giorni a settimana).
Le mie sessioni comprendono sempre una parte di esercizio cardiovascolare (aerobica, danza, corsa, etc.
) e una parte di esercizio di forza a corpo libero, lavorando su gruppi muscolari diversi ogni giorno.
Per evitare monotonie, alterno frequentemente le mie routine.

7-8 ore di sonno ogni notte.
Non ho problemi di insonnia.

Almeno 8 bicchieri d’acqua al giorno, ma di solito ne bevo un po’ di più a causa dell’attività fisica.


Ad oggi, dopo tre mesi di questo regime, il mio peso non ha subito variazioni.


In generale sono e sono sempre stata una ragazza in salute e l’unico farmaco che assumo regolarmente è la pillola anticoncezionale, che prendo da cinque anni e non mi ha mai dato alcuna controindicazione.


Non riesco davvero a capire dove io stia sbagliando, ma a questo punto comincio a sentirmi piuttosto preoccupata e frustrata.
Sono sempre stata attenta al mio corpo e mi è già successo di dover perdere i classici 2-3 chiletti post-feste o post-vacanze, ma è sempre stato molto semplice per me.


Spero che qualcuno su questo forum abbia un’idea di quale possa essere il problema e ringrazio chiunque vorrà darmi un consiglio o un aiuto.

[#1]  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
8% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Salve!

E' molto probabile che l'introito energetico dell' alimentazione sia uguale o superiore a quanto richiesto dal suo organismo. Purtroppo questo è uno dei tanti problemi dovuti ad una dieta "fai-da-te" ricavata on-line.

Inoltre, non deve sottovalutare anche l'eventuale incremento della massa muscolare che potrebbe compensare sulla bilancia l'eventuale perdita di massa grassa.

Cordialità.
Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!