Utente
dottore, mi scusi, ho aggiunto le informazioni che avevo dimenticato nel precedente consulto. per favore mi dia un consiglio lei, io sto entrando in depressione !!!!!! devo aspettare 6 mesi ancora ?
Grazie

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Mi capita molto raramente di esitare o tardare a rispondere, ma nel suo caso nonostante abbia riletto più volte la sua richiesta non sono del tutto sicuro di avere compreso...come siano andate le cose.

E pertanto mi astengo da fare valutazioni che potrebbero essere fuorvianti.
Probabilmente la spiegazione più plausibile anche nel suo caso è che la Risonanza magnatica viene utilizzata solo in casi particolari ad integrazione della mammografia e della ecografia, sempre previa valutazione caso per caso.Essa infatti permette di identificare tumori non altrimenti riconoscibili con i test tradizionali, ma purtroppo evidenzia anche un discreto numero di aree FALSAMENTE sospette.

E quindi il referto va interpretato nel contesto di tutto il quadro-clinico strumentale e quindi non certo tramite un consulto tramite Internet.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno, gentilissimo dottore.
Ho capito la sua esitzione a rispondere e ciò mi ha messo molta ansia perchè mi rendo conto che il mio caso è .....difficile da diagnosticare; e il mio stato psicologico ..... non certo sereno.
Ma mi dica solo un cosa, la prego: queste nodularità fortemente sospette che nella rm del 2006 erano intorno al cm e che dopo tre anni....a quanto pare...non hanno superato il cm, possono essere comunque dei tumori a crescita lentissima, non so, in situ....? e se fossero come quello che ho tolto che era una adenosi scherosante sarebbero a rischio di trasformazione ? (una dott.ssa mi ha detto che le adenosi sclerosanti sono borderline e che possono degenerare , mentre secondo un altro dottore sono patologie benigne).
Per favore mi risponda ..... GRAZIE.

[#3]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Quelle a lei diagnosticate sono patologie benigne mentre il rischio relativo si riferisce alle iperplasie severe e soprattutto quelle atipiche. Quindi sarei tranquilla in tal senso.
Solo il 30 % delle donne sottoposte a biopsia chirurgica per lesioni benigne hanno un rischio aumentato e riguarda solo le lesioni cosiddette proliferative.
- Se l’iperplasia è moderata il rischio aggiuntivo è del 2%, se si osservano atipie è del 4,5 %. Tuttavia esistono condizioni di sinergismo, nel senso che se la proliferazione si associa alla familiarità il rischio relativo è raddoppiato (RR=3-4), se contiene atipie associate a familiarità il rischio è triplicato (RR=9).


https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/64-fattori-e-indicatori-di-rischio-per-il-carcinoma-mammario.html

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente
Gentilissimo dottor Catania,
se non ho capito male, lei è più propenso a pensare che possano essere tutti noduli benigni? e quindi dei falsi positivi?
Se non sono stata chiara nel descrivere come siano andate le cose, posso spiegarle meglio, ma la prego, mi dica veramente quello che pensa !!!

Ma un tumore di circa 1 cm, dopo 3 anni che dimensioni potrebbe raggiungere? ( anche quelli in situ crescono?)

E' pur vero che in un seno così, fare una diagnosi precoce diventa impossibile: quindi pensa che sia il caso di fare una mastectomia bilaterale? e infine: a chi posso rivolgermi per fare il test genetico brca1 brca2?

Ancora Grazie.

[#5]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Un tumore invasivo sicuramente dopo 3 anni avrebbe altre dimensioni, mentre quello in situ potrebbe non subire incrementi dimensionali.
Ma perchè deve pensare ad un tumore se il quadro è invariato e l'ultima biopsia mostra una adenosi sclerosante ?
I controlli ravvicinati ovviamente sono raccomandati.

Perchè vorrebbe fare un test genetico ne non ce ne fossero i requisiti ?

Legga
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/i%20tumori%20sono%20ereditari.htm

estenda una indagine secondo le tabelle allegate anche per carcinomi dell'ovaio (non utero) e sino ai cugini/e
di primo grado segnalando se ci sono casi di tumore
-insorti in età< 50 anni
-casi di tumore bilaterale
-casi insorti di tumore alla mammella insorti in maschi (Sì ha capito bene...maschi !!!)

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente
Gent.sso dottore, intanto complimenti per il sito e soprattutto per il suo curriculum !!!!!
L'istologico risale a 3 anni fa, dopo la rnm.
Mia madre, ben 27 anni fa, all'età di 46 anni (la mia età attuale), dopo un'autopalpazione, fece una mammografia; le dissero che non era venuta chiara forse per il periodo mestruale e che avrebbe dovuto rifarla il mese successivo; ci allarmammo, era estate ed i medici erano tutti in ferie, trovammo un bravo chirurgo che sarebbe andato in ferie a giorni; la visitò e senza avere nessuna mammografia,decise di operarla l'indomani. durante l'intervento le fecero l'esame estemporaneo del nodulo( mi pare che si chiami così), risultò positivo e le tolsero tutta la mammella con svuotamento ascellare; io lessi la cartella clinica : carcinoma di dimensioni 5cm X 3cm; ma poichè, all'istologico, nessun linfonodo risultò positivo, fece soltanto una terapia ormonale e a tutt'oggi, grazie a Dio, sta bene; i miei genitori fecero l'errore di non richiedere mai l'istologico e adesso non sappiamo se si sia trattato di un miracolo o di un tumore molto poco aggressivo ( o addirittura benigno ?).
Quindi io ho una parente di primo grado ( ? )
Poi mia nonna materna (che è morta a 99 anni,) negli ultimi 10 anni aveva, dice mia madre, qualcosa di duro alla mammella ( su cui non si è indagato data l'età) e sua madre (la mia bisnonna) è morta di tumore al seno quando aveva ancora i figli piccoli ( sicuramente prima dei 50 anni). Io faccio controlli periodici da 10 anni, ho fatto diverse mammografie,2 interventi (perchè prima avevo tolto un fibroadenoma) e adesso mi trovo pure in questa situazione !!! Non ne posso + !!!!! Voglio fare il test e se è positivo tolgo tutto !!!!! Non si può vivere così, e poi tutte ste mammografie ! Se dovesse spuntare un tumore io non saprei affrontare la situzione perchè sono già stressata in partenza !!!! E poi verrebbe diagnosticato in ritardo, con questo seno!!!! Mi scusi per lo sfogo !!!!

[#7]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' possibile che negli anni 90 sia stata fatta una mastectomia senza neanche rilasciare un referto istologico ?
E per la terapia nessun medico lo ha richiesto ?
Sono senza parole : da un mese, dopo trentanni di rifiuti per mancanza di tempo, ho iniziato a visitare una volta al mese anche in Sicilia e già ho visto un altro caso analogo a quello della sua mamma.
Comunque anche se fosse maligno non ci sono i requisiti per fare un test genetico.

Non segua ossessivamente solo i controlli che sono molto ansiogeni e alla fine ci si stanca al punto da volere abbandonare tutto.

Si occupi del problema della prevenzione

1)Alimentazione

http://www.senosalvo.com/il_cibo_delluomo.htm

2)ATTIVITA' FISICA

http://www.senosalvo.com/camminare_almeno_30_min_giorno.htm
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#8] dopo  
Utente
Sarò + precisa: l'intervento è stato fatto ( a roma) a pagamento e la richiesta dell'istologico quindi avrebbe avuto un suo costo. Io allora avevo 19 anni, e i miei genitori, pensarono che non fosse necessario richiederla in quanto il chirurgo, allora, volle parlare telefonicamete con il nostro medico curante il quale ci spiegò che mia madre era stata molto fortunata per via dei linfonodi negativi; poi è stata seguita per anni da un oncologo ( sempre a roma) il quale era al stato messo al corrente del caso dal chirurgo, quindi .....
Ma, in effetti, date le dimensioni del nodulo ..... o miracolo o.....praticamente benigno.
Ma torniamo al caso mio: dopo , forse , 1 mastectomia inutile alla madre, sarebbe il colmo farne adesso addirittura 2 inutili alla figlia!!!!
Ma io ho paura di avere tanti carcinomi in situ !!!!!
cmq ho prenotato la rnm per ottobre, intanto grazie per i suoi preziosisimi consigli: da oggi farò 30 minuti di sport al giorno(ciclette va pure bene?) e seguirò la dieta da lei consigliata.
GRAZIE !!!!!!!! (le farò sapere)

[#9]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Qualsiasi attività fisica va bene .
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com