Utente
Salve, ho 39 anni.

Ho effettuato in passato altre eco al seno, sempre con risultati tranquilli, come potete leggere dalla mia storia.

A luglio scorso, per dolore al seno sx, ho effettuato una nuova eco di cui allego il referto:

L'ecografia rileva ampia iperdensità fibroghiandolare diffusa bilaterale.

A sx rilevata formazione ovolare normodemarcata del diametro di 6.
6 mm al quadrante supero mediale, con integrità dei tessuti mammari limitrofi, avascolare al power doppler.

Altra formazione analoga, questa nel quadrante superoesterno del diametro di 12.
6 mm, anche questa avascolare al power doppler.

Il reperto risulta verosimilmente compatibile con cisti corpuscolata versus fibroadenoma.

In tutti i quadranti mammari bilateralmente l'indagine esclude alcuna formazione spazio occupante dotata di autonomia tissutale a carattere disploliferativo solido o cistico.

Si escludono fenomeni fono assorbenti del tipo tunnel acustico in tutti i quadranti mammari bilaterali
Linfocentro reattivo non sospetto nel cavo ascellare bilateralmente.


Nel 2016 altra ecografia fatta con lo stesso medico, riportava due aggregati microcistici sulla medesima mammella e nelle medesime posizioni (di 6 mm e 11.
6 mm).


Il dolore nel frattempo è aumentato e non è collegato al ciclo ed è solo al seno sx.

È un dolore di tipo pressorio, a volte come punture di spillo, diffuso che sembra a volte estendersi anche al braccio e alla spalla.

Sto valutando se ripetere l'esame presso un altro centro diagnostico o eventualmente fare anche una mammografia, perché io sento altri piccoli pallini in questo seno, non solo quelli rilevati all'eco (uno in particolare sembra essere fonte del dolore, se premo).

Ho paura di formazioni piccole non visibili con la semplice ecografia.

Cosa ne pensate?

Grazie mille

[#1]  
Dr.ssa Maria  Giovanna Fava

24% attività
16% attualità
12% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2017
Signora, intanto a 39 anni e se casomai ha una storia clinica o familiare particolare, potrebbe decidere di eseguire una mammografia o una tomosintesi mammaria, che ormai si realizzano anche con mdc a scopo screening e ad approfondimento. il quadro di mastopatia a microcisti non rappresenta una anomalia patologia ma una particolare strutturazione ghiandolare delle sue mammelle che richiederà solo un monitoraggio periodico senologico.
Dr.ssa mariagiovanna fava

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta. Io sono preoccupata per il dolore al seno sx, dolore che non è legato al ciclo mestruale. Il 16 farò visita in un altro centro senologico dove il medico deciderà l'esame più opportuno da fare.