Utente
Mi sono operata più di un anno e mezzo fa per un tumore al seno.
Ho fatto un percorso terapeutico con chemio, radio e attualmente una cura ormonale.
Ho fatto una nuova mammografia non rilevando nessuna anomalia, mentre per quanto riguarda le analisi del sangue, tutti marcatori risultano regolari tranne la fosfatasi alcalina che risulta 154 U/L e dalle analisi dovrebbe risultare fino a 120 U/L.
Leggendo in rete ho trovato diversi valori della fosfatasi alcalina, alcuni dicono sia 220 U/L altri 180 e ancora 110.
Considerando che sono affetta anche da artride reumatoide e che questo valore mi veniva controllato anche in precedenza, mi devo preoccupare per una possibile ricaduta?
Considerando che la fosfatasi alcalina è presa in considerazioni anche per le ricadute.

[#1]  
Dr.ssa Maria  Giovanna Fava

24% attività
16% attualità
12% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2017
Signora, i marcatori sierologici biochimici non sono tutti attendibili. quello che è certo che in follow-up , devono essere eseguiti a cadenza regolare ecografia, mammografia e gli esami di stadiazione. l'aumento della FA è aspecifico perché può pure essere correlata ad un problema gastro-biliare o epatico. pertanto esegua pure una ecografia addome e stia serena senza ipotizzare nulla che le aumenta solo l'ansia e la paura, infatti la sua mammografia è negativa da quanto riporta e sta eseguendo terapia ormonale che ha lo scopo proprio di prevenire le ricadute. esegua il follow-up onco-senologico con tranquillità!
Dr.ssa mariagiovanna fava

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta! Ho fatto una ecografia addome e dai risultati non risulta nulla di irregolare o particolare. Nei primi di dicembre ho la regolare visita di controllo, speriamo vada tutto bene. Grazie ancora dottoressa, seguiranno aggiornamenti.