Utente
Salve,da una spermiocoltura è risultata la presenza di streptococcus agalactiae, questo microrganismo può influenzare un eventuale concepimento? In quale percentuale bassa, media o alta?Si può trasmettere al partner?Nell'attesa di una sua risposta La ringrazio e Le porgo distinti saluti.

[#1]  
Dr. Mario De Siati

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
FOGGIA (FG)
ALTAMURA (BA)
BRINDISI (BR)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2000
Gentile Signore, in assenza disturbi, tale risultato potrebbe essere il risultato di una contaminazione durante l'ottenimento del campione.Il germe da lei nominato è un abituale saprofita della cute umana.
Ripeta la spemiocoltura e uno spermiogramma per valutare eventuali indici di flogosi come ad esempio la presenza di leucociti.
Ci faccia sapere.

Distinti saluti
Dott. Mario De Siati Urologo-Andrologo esercita a Foggia,Taranto,Altamura (Bari),Brindisi

[#2] dopo  
Utente
Salve, grazie per la risposta,rifarà entrambe gli esami comunque nello spermiogramma precedente alla spermiocoltura erano presenti alcuni leucociti.Nel caso in cui risultasse anche nei nuovi esami, questo streptococcus agalactiae può impedire il concepimento?Può averlo trasmesso anche a me?La ringrazio e le porgo distinti saluti.

[#3]  
Dr. Mario De Siati

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
FOGGIA (FG)
ALTAMURA (BA)
BRINDISI (BR)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2000
La presenza di qualche leucocita non è un indice di infezione, rifaccia gli esami stando attento alla contaminazione e poi ci aggiorniamo.
Questo germe è un abituale ospite della cute e delle mucose umane quindi non si può parlare di contagio.
Dott. Mario De Siati Urologo-Andrologo esercita a Foggia,Taranto,Altamura (Bari),Brindisi